CRONACA

Giovedý il tema in discussione in Commissione Trasporti in Parlamento

Casco obbligatorio e 'targa' per chi usa i monopattini, Genova rilancia la proposta

di Andrea Popolano

mercoledý 14 aprile 2021
Casco obbligatorio e 'targa' per chi usa i monopattini, Genova rilancia la proposta

GENOVA - Casco obbligatorio e strumenti identificativi per chi usa i monopattini in città. Genova rilancia la proposta. Il tema sicurezza stradale torna al centro del dibattito di Palazzo Tursi. Il consiglio comunale ha approvato una mozione che impegna il governo a prevedere misure idonee in tema di circolazione stradale per questa tipologia di mezzi che negli ultimi mesi ha visto un vero proprio boom.

"Il Comune ha già espresso parere favorevole all'uso del casco obbligatorio per chi si muove con i monopattini, è una delle poche grandi città italiane ad aver manifestato questa intenzione" spiega l'assessore ai Trasporti del Comune di Genova Matteo Campora che sottolinea come la regolamentazione sia di competenza nazionale e non comunale. Da Genova parte un sollecito diretto a Roma. Per ora è stata approvata una mozione che spinge il legislatore a prendere in mano il tema.

Nei prossimi giorni dovrebbe nascere in Comune una commissione ad hoc che ha l'obiettivo di approfondire l'argomento. Il consigliere Gianni Crivello (Lista Crivello) ha sottolineato l'importanza di coinvolgere la polizia locale, le associazioni e gli esperti per approfondire il tema. La mozione approvata comunque fa capire l'intenzione del Comune di trovare una soluzione.

C'è però un precedente. Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha provato a imporre l'uso obbligatorio del casco con un'ordinanza comunale ma dopo le opposizioni di alcuni associazioni è arrivata la decisione del Tar che ha cancellato la misura. A Torino si è scelto di dotare con targa i monopattini elettrici dello sharing. Misura valida dunque non per tutti indistintamente ma solo quelli del noleggio condiviso.

Gli incidenti anche gravi non sono mancati in questi mesi. A Genova l'8 febbraio scorso una donna di 34 anni, mamma di due bambini è morta a Marassi dopo uno scontro con un Tir. Poche ore dopo un giovane è rimasto ferito in modo grave a Dinegro. Da una parte il boom degli acquisti di questi mezzi, dall'altra gli incentivi arrivati direttamente dal governo Conte. Un vero è proprio boom che ha portato sulle strade cittadine un ampio numero di questi mezzi di trasporto. E con sé anche gli incidenti. Nel 2020 si sono registrati 123 incidenti gravi e un morto con i monopattini elettrici. Nel 2021 oltre al caso di Genova un'altra vittima nel bolognese.

Giovedì in commissione Trasporti alla Camera si parlerà di codice della strada con le nuove norme dedicate ai monopattini elettrici. Diversi i punti sul tavolo del giorno. Tra le novità potrebbe esserci la riduzione della velocità massima su strada che i monopattini elettrici potranno raggiungere, fissando il limite massimo di velocità a 20 chilometri orari (km/h). Inoltre tra le proposte c'è quella di fare in modo che i monopattini possano circolare solo sulle strade urbane con un limite di velocità di 30 km, sulle strade con una circolazione veicolare ridotta, oltre che sulle piste ciclabili. Tra le altre novità potrebbe esserci proprio quella dell'obbligo che i monopattini possano essere condotti solo da maggiorenni con obbligo dell’uso del casco e del giubbotto catarifrangente. E tra le altre proposte sul tavolo anche il divieto di circolazione dopo il tramonto e durante tutto il periodo dell’oscurità. Insomma una serie di misure andrebbero a ripercuotersi in modo sostanziale sull'uso di questi mezzi. In Italia la fase di sperimentazione dell'uso di questi mezzi di micro-mobilità è stata prorogata di dodici mesi e ora il termine di conclusione è stato spostato al 27 luglio 2022. 

I monopattini sono diventati un vero e proprio strumento di mobilità sostenibile sempre più diffuso nelle città italiane. In Italia l'uso del casco è obbligatorio solo per i minorenni tra i 14 e i 18 anni. Anche Francia e Svezia hanno adottato una misura simile. A New York l'uso del casco è obbligatorio per i minori di 18 anni ma nulla è previsto per i maggiorenni. Gli Stati Uniti hanno visto una vera e propria esplosione di questo sistema di trasporto, tuttavia ci sono quattro stati che li hanno dichiarati illegali. Anche la Romania prevede il casco obbligatorio per i minorenni. In Corea del Sud e Giappone i monopattini sono considerati al pari delle motociclette e l'uso del casco è obbligatorio per tutti. In diverse regioni dell'Australia il casco è fortemente consigliato senza limite di età. Insomma si tratta di una regolamentazione che ha ancora un dibattito aperto.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place