SPORT

Dopo la condanna patteggiata per il crack Livingston

'Regole di onorabilità e affidabilità', la Figc contro Ferrero: "Deve lasciare la presidenza della Sampdoria"

di Controcalcio*

martedì 08 marzo 2016
'Regole di onorabilità e affidabilità', la Figc contro Ferrero:

GENOVA - Lasciare una società di calcio nelle mani di un responsabile di bancarotta fraudolenta? Non si può, o meglio non si può più. Massimo Ferrero deve farsi da parte. Lo dice la Corte Federale d'Appello, su richiesta del presidente Figc Carlo Tavecchio, chiarendo una volta di più che per la giustizia sportiva – come già in tema di onere della prova nel procedimento disciplinare – i parametri sono più rigorosi di quelli, estremamente garantisti, tipici del diritto penale ordinario sostanziale e processuale.

Le nuove regole di onorabilità e affidabilità, varate d'urgenza l'estate scorsa in margine al caso Parma proprio per impedire il ripetersi di simili disastri sportivi, vanno quindi applicate anche al presidente della Sampdoria che pure, fin dal suo avvento ai vertici del club, con una certa lungimiranza non aveva acquisito la titolarità nemmeno di una sola azione, frazionandone tra la discendenza la consegna a titolo gratuito (più robusto avviamento d'impresa) dalla famiglia Garrone-Mondini.

Per parte sua Ferrero si autodefinisce "pulito e semplice", rifiutando di dimettersi: ha presentato ricorso in Cassazione, contro il provvedimento del giudice di Busto Arsizio che egli stesso aveva sollecitato, curiosamente proprio quel 12 giugno 2014 in cui assumeva la presidenza della Sampdoria. Quindi, lascia intendere, il verdetto da lui stesso proposto e patteggiato non è definitivo; e su questo dettaglio il 64enne l'imprenditore romano intende giocare, per conservare carica e funzioni, guadagnando così ancora qualche mese.

Non sembra però che un furbo formalismo, contro le ragioni di opportunità che adesso si fanno evidenti e pressanti. Dalla carica di presidente di un club di serie A, infatti, si gestiscono non solo centinaia di milioni di euro, ma i sentimenti di una moltitudine appassionata. Che aveva concesso a Ferrero una fiducia inaudita e che adesso sente di meritare qualcosa di meglio. Se non l'artefice di un secondo scudetto, almeno qualcuno che risponda credibilmente al tema posto a suo tempo da Sinisa Mihajlovic: "Non chiedetevi che cosa possa fare la Sampdoria per voi, ma che cosa possiate fare voi per la Sampdoria".

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place