Cultura e spettacolo

Genova - Tutto esaurito e raddoppio delle sale al cinema Sivori per fare fronte alle richieste di partecipazione degli insegnanti alla XVI “Giornata Cinema & Scuole”. In tutto circa 240 docenti mercoledì scorso hanno preso visione del programma ideato da Elisa Ragni, Antonella Sica e Greta Asborno – le tre anime di Circuito Cinema Scuole - per diffondere la cultura cinematografica nelle scuole di ogni ordine e grado nel corso dell’anno scolastico 2022/23. Il catalogo comprende decine di film, accompagnati da attività didattica e laboratori, oltre al nuovo corso “A scuola di cinema” destinato agli studenti di tutta la Liguria, reso disponibile all’inizio di settembre ed esaurito in soli due giorni con il coinvolgimento di tutta la regione. «”A Scuola di Cinema” si inserisce nel progetto “Liguria: azione e ascolto con i giovani” su cui l’assessorato alle Politiche Giovanili ha creduto da subito - sottolinea l’assessore regionale Ilaria Cavo – L’iniziativa ha saputo abbracciare il tema culturale con quello della formazione fornendo agli studenti delle scuole nuove competenze e soft skills legate al mondo del cinema e dell’audiovisivo. Le numerose richieste di adesione arrivate dagli istituti scolastici testimoniano la bontà del progetto e confermano che bisogna insistere nel proporre attività che si muovono in questa direzione».

 

Molto apprezzata la Prof Card che riserva agevolazioni e prezzi ridotti in tutte le sale di Circuito. Si aggiunge alla Young Card, destinata agli studenti che frequentano il triennio della scuola secondaria di secondo grado e consente di ottenere crediti formativi. Tra i nuovi film inseriti nel catalogo figurano “Bigger than us. Un mondo insieme” di Flore Vasseur, “Miracle. Letters to the Presidengt”, di Lee Jang-hoon, “Anna Frank e il diario segreto” di Ari Folman, “Peter va sulla luna” di Ali Samadi Ahadi, “Anima bella” di Dario Albertini, “Fire of Love” di Sara Dosa, “Las Leonas” di Isabel Achàval e Chiara Bondì. Tanti titoli e tanti stimoli per affrontare temi attuali e imparare a nuotare nella società attraverso l’arte del cinema.