Cronaca

GENOVA - Acquista un suv Lamborghini da 260 mila euro in leasing, ma non paga nessuna rata e cerca di rivendere l'auto. Il protagonista, un commerciante torinese cinquantenne è stato denunciato e l'auto restituita alla proprietà. La storia inizia nell'ottobre del 2019, il commerciante nei mesi successivi non paga le quote del leasing e l'agenzia creditrice si rivolge a una società di recupero crediti e beni di Genova. La società contatta il commerciante proponendogli un piano di rientro o la restituzione dell'auto.

Il commerciante a quel punto si avvale del Decreto del 2020 che prevede la sospensione dei canoni leasing per moratoria dovuta dagli effetti negativi del Covid. Scaduta la sospensione la società di recupero crediti capisce che il commerciante non ha intenzione di pagare e tantomeno di restituire il suv, così si rivolge ai poliziotti del commissariato di Nervi denunciando l'uomo per appropriazione indebita e chiede il sequestro del mezzo. I poliziotti rintracciano la Lamborghini in un autosalone tra Antibes e Nizza, dove era stata messa in vendita con tutti i documenti contraffatti. Il veicolo è stato posto sotto sequestro dai gendarmi e riconsegnato ai poliziotti del commissariato Nervi che hanno provveduto alla riconsegna alla società di leasing