Cronaca

35 secondi di lettura

GENOVA - Si è riunito il consiglio di amministrazione di Iren durante il quale è stata confermata l'attuale configurazione organizzativa approvata nella riunione straordinaria del 7 maggio: il gruppo è diretto e coordinato dal presidente esecutivo e vice presidente esecutivo a cui sono state attribuite le deleghe e i poteri prima assegnati all'amministratore delegato.

Ha anche ricevuto un aggiornamento circa l'avanzamento dei due audit straordinari attivati dopo le vicende giudiziarie delle tangenti liguri, che hanno coinvolto il ceo Paolo Signorini: uno svolto dalla relativa funzione interna e uno affidato ad un advisor qualificato, individuato nella società di consulenza Deloitte. Gli approfondimenti proseguono celermente. Nelle more, cda ha deliberato di dichiararsi persona offesa nell'ambito del procedimento penale in corso, incaricando un penalista di fiducia.