Cronaca

SAVONA - Ad incastrare uno spacciatore di 28 anni di Savona è stata la caldaia di casa sua. I carabinieri erano stati inviati a casa del ragazzo a causa di una fuga di monossido, proveniente dall'impianto di riscaldamento.

Nell'abitazione i vigili del fuoco ed il personale sanitario avevano già tratto in salvo e stabilizzato il ventottenne ed un amico suo ospite. I militari hanno però rinvenuto nell'appartamento 100 grammi di hashish, già suddiviso in dosi preconfezionate, il materiale per il confezionamento e 15 mila euro in contanti.

Il giovane è stato quindi arrestato, mentre l'amico che si trovava nell'abitazione al momento della fuga di gas è risultato completamente estraneo ai fatti.

 

ARTICOLI CORRELATI

Mercoledì 19 Gennaio 2022

Genova, coppia litiga: gli agenti scoprono spaccio

GENOVA - Erano intervenuti per una lite di coppia e invece hanno arrestato due spacciatori. È successo ieri sera nel centro di Genova, in via XX Settembre, quando i vicini di casa di una coppia hanno chiamato la Polizia di Stato, preoccupati da un'accesa lite. Quando gli agenti hanno suonato il cam
Mercoledì 12 Gennaio 2022

Genova, spaccio di cocaina nel centro storico: arrestato minore

GENOVA - Spacciava droga e nascondeva involucri contenenti cocaina nel suo corpo un minore, di origini senegalesi, che è stato arrestato. Un agente del Nucleo Centro Storico della Polizia Locale, nel corso delle consuete operazioni antidegrado nel capoluogo ligure, ha assistito ad una presunta cess