Cronaca

Sabato 9 dicembre ai migliori offerenti le opere originali con anche i disegni dedicati a don Gallo e al Piccolo Principe
1 minuto e 14 secondi di lettura

GENOVA -Don Andrea Gallo e il Piccolo Principe sono al centro di alcune delle tavole più belle. Sabato prossimo, 9 dicembre, alle 17,30 la Scuola Internazionale di Comics ospiterà a Genova, presso il Teatro Stradanuova di vico Boccanegra, un’asta benefica a favore dell’Associazione Papà Separati Liguria APS.

Andranno all’asta tavole, illustrazioni e opere originali dei docenti della sede genovese della Scuola Internazionale di Comics, create da artisti già noti, come il disneyano di lungo corso Sergio Cabella o Gino Vercelli, dal 1986 fra gli autori delle edizioni Bonelli, insieme a quelle realizzate dai loro migliori allievi.

Per gli appassionati di fumetti e i collezionisti sarà un’occasione per aggiungere alle proprie raccolte firme di primo piano della scena nazionale e scoprire in anteprima i lavori degli esordienti più talentuosi.
Il ricavato dell’evento sarà devoluto all’Associazione Papà Separati Liguria, che dal 2008 si occupa di sostenere e assistere attivamente i genitori attraverso le difficoltà della separazione, tutelando i diritti dei figli e promuovendo la bigenitorialità. L’Associazione persegue tali obbiettivi tramite incontri e iniziative culturali, con il servizio d’ascolto telefonico Pronto Genitore, con lo sportello sociale della BiGenitoriarialità e gestendo alloggi temporanei d’emergenza.

Per ulteriori informazioni: Associazione Papà Separati Liguria APS
Via Aurelia 100/3 – Vado Ligure (SV) Tel. Pronto Genitore 3336956952
Scuola Internazionale di Comics Via XX Settembre 42 Tel. 010 099 4870

ARTICOLI CORRELATI

Lunedì 02 Ottobre 2023

Disabilità, la lettera di un papà: "I nostri bimbi fragili come gli stralli del ponte"

"Hanno bisogno di cure e attenzioni, sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista scolastico che dello spor. Ho voluto sottolineare nella mia lettera quanto sia importante per le Istituzioni mettere attenzione in tutto questo" racconta Marco Macrì