Attualità

Una tremenda pagina di cronaca avvenuta undici anni fa. Il 3 agosto 2011 Martina Rossi, 23 anni, precipitava da un balcone al sesto piano dell'hotel 'Santa Ana' di Palma di Maiorca sul bordo della piscina sottostante morendo sul colpo. Alla fine di un'indagine più che superficiale condotta dalla polizia spagnola il caso dopo poche settimane fu archiviato come un suicidio.

Solo dopo nuove investigazioni portate avanti a Genova su spinta della famiglia venne fuori la verità: Martina era precipitata nel tentativo di sfuggire ad uno stupro. Responsabili due giovani toscani, Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, che dieci anni dopo furono definitivamente condannati a 3 anni di carcere per il tentato stupro. L'accusa più grave nei loro confronti, la morte come conseguenza di altro reato, era purtroppo ormai prescritta. Il servizio dell'Archivio storico di oggi si riferisce al giorno della morte, quando ovviamente tutti i retroscena non si conoscevano e si parlò di caduta accidentale.

Clicca qui per entrare nell'archivio storico di Primocanale e rivivere attraverso le dirette, i servizi e le interviste gli ultimi 40 anni di storia di Genova e della Liguria.