Sport

La Sampdoria non riesce a fermare la Lazio, perde all'Olimpico per due errori individuali, che costano i gol di Patric su punizione defilata e di Luis Alberto in contropiede. Per larga parte del primo tempo i blucerchiati hanno giocato alla pari, riuscendo anche a impensierire Strakosha con Thorsby e con Candreva, ma sul "corner corto" che ha visto Patric svettare da solo nell'area doriana l'amnesia difensiva è stata devastante. In avvio di ripresa la Lazio ha avuto vita facile, trovando quasi subito il raddoppio soltanto grazie a un altro svarione del Doria: palla persa da Augello a centrocampo, contropiede di Acerbi finalizzato da Luis Alberto, la partita praticamente finisce qui. Nel resto del tempo di gioco, i biancocelesti sfiorano il terzo gol mentre tocca a Quagliarella salvare l'onore prendendo il palo allo scadere del tempo regolamentare.

Adesso la Sampdoria, anche in ragione dei risultati e della condizione di forma delle dirette concorrenti e del calendario, che propone all'epilogo la trasferta in casa dell'Inter ancora in lotta per il titolo, ha un solo compito: fare punti, possibilmente tre, con la Fiorentina, per centrare una salvezza mai stata sicura e adesso tornata in forse. Lunedì 16 maggio alle 18,30 a Marassi la squadra di Giampaolo sarà padrona del suo destino, in un contesto ricco di ombre e di incognite. Vincendo si chiuderebbero al meglio i giochi, col pari occorrerebbe fidare nel favore dei risultati altrui.

LAZIO-SAMPDORIA 2-0
RETI: 41' Patric, 59' Luis Alberto.

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari (78' Hysaj), Acerbi, Patric, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi (66' Lucas Leiva) Luis Alberto (77' Basic); Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni (83' Luka Romero). All.: Sarri
SAMPDORIA (4-5-1): Audero, Bereszynski, Colley, Ferrari, Augello; Candreva, Rincon, Vieira (83' Trimboli), Thorsby (77' Askildsen), Sabiri (69' Damsgaard); Caputo (69' Quagliarella). All. Giampaolo.
ARBITRO: Massa di Imperia.
NOTE: ammoniti Hysaj, Vieira.