Sport

Lo Spezia si prepara alla partita con il Bologna, domenica 28 novembre alle 15 al Picco. Sarà la sfida tra due squadre sconfitte nell'ultimo turno: se l'esito della trasferta delle Aquile a Bergamo era in certa misura prevedibile sia pure non nel punteggio numericamente esagerato, ha fatto parecchio rumore, oltre a complicare la lotta salvezza, il tonfo interno dei rossoblù con il Venezia. La squadra di Mihajlovic veniva dalla vittoria a Genova con la Sampdoria, ma si è arresa al gol di Okereke, tra l'altro ex spezzino, il cui arrivo nel club bianco è stato fra le concause della durissima sanzione sul blocco del mercato.

In vista della partita contro i rossoblù, mister Motta controlla il ruolino disciplinare: torna disponibile Nikolaou, che ha scontato il suo turno di squalifica, ma dovrà fermarsi Gyasi, che era diffidato ed è stato ammonito da Abisso nel controverso match di Bergamo. Non sarà semplice sostituire il duttile esterno ghanese, che quest'anno Motta ha schierato addirittura anche da terzino ma ha spiccate attitudini offensive, tanto che sia l'attuale tecnico che il predecessore Italiano difficilmente ne hanno fatto a meno. Al suo posto, per il ruolo di attaccante esterno, Motta dovrà scegliere tra Suf Podgoreanu ed Ebrima Colley.