Sport

Marco Giampaolo si gode il 4-0 della sua Sampdoria sul Sassuolo ma è soddisfatto a metà, visto l'infortunio di Gabbiadini: "Sono contento per la vittoria, ci serviva, contro una squadra forte. Ma vado a casa con il pensiero dell'infortunio di Gabbiadini, dovrà fare degli accertamenti e vediamo. Ci ho parlato, porta un tutore e speriamo non sia nulla". Molti elogi per Sensi: "Mi è piaciuto molto, il gioco lo vede prima degli altri. Non posso farlo giocare mezz'ala perché disperderebbe molte energie fisiche. Sa come e dove giocare. Posso farlo giocare da regista ma mi esporrei a qualche rischio d'equilibrio".

Quanto a Supriyaha, inserito e tolto dopo nemmeno mezz'ora di presenza in campo: "Non parliamo la stessa lingua, ma penso abbia capito il cambio, diciamo che è un cambio formativo".

Per il tecnico abruzzese è la prima vittoria del secondo ciclo blucerchiato, un successo che archivia la sconfitta patita alla Spezia: "I quattro difensori li ho allenati per un po' di anni, ma ho avuto anche Rincon e Candreva - dice a Dazn - Non ho ricominciato da capo e si sono riconosciuti in tante cose".

Giampaolo infine rende onore al Sassuolo: "Il 4-0 magari è un risultato anche troppo rotondo, noi abbiamo fatto bene, come spirito e come corsa. Il Sassuolo invece è una squadra di grandi palleggiatori, molto pericolosa".