Sport

FIRENZE - Dopo il cambio della guardia sulla panchina del Genoa e in attesa del nuovo tecnico, il quale sarà con ogni probabilità l'italo-tedesco Labbadia, il Grifone torna in campo dopo la sconfitta casalinga contro lo Spezia. Alla guida dei rossoblù siede Abdoulay Konko, ex giocatore e già allenatore dell'under 17 del Genoa, che per l'esordio in Serie A dovrà affrontare la temibilissima Fiorentina di Italiano, di Valhovic e dell'ex Piatek. Difesa che conferma i nuovi arrivati Ostigard ed Hefti, più Calafiori come terzino sinistro. A centrocampo si rivede Rovella, alle spalle di Yeboah e Destro c'è Portanova. Affaticamento per Rovella nel riscaldamento, Galdames prende il suo posto in mediana.

Il primo squillo lo suona la Fiorentina, Maleh prova il sinistro al volo che termina di poco a lato. Il contropiede genoano poco dopo vede il tentativo di Portanova da centrocampo, come provato già contro il Milan: pallone che sorvola di poco la traversa di Terracciano.

Al 12' viene assegnato un rigore alla Fiorentina: intervento in ritardo di Hefti su Saponara, Maresca richiamato dal VAR fischia il rigore ai Viola, ma Vlahovic, che tenta di ingannare Sirigu col pallonetto, viene bloccato dal portiere sardo. Poco dopo pericolosa ancora la Viola con Saponara, tiro a giro di poco fuori.

Al 13' arriva comunque il vantaggio dei toscani: palla filtrante per Vlahovic con Sirigu che blocca, sulla ribattuta insacca Odriozola. La Fiorentina non si ferma, al 23' vicina al raddoppio con Maleh che prova una gran rovesciata che per poco riesce. Alla mezz'ora è solo Fiorentina: colpo di testa di Vlahovic che non va di molto fuori dalla porta.

Al 33' è dominio Fiorentina, che raddoppia: Biraghi si invola a sinistra e crossa indisturbato, Boanventura schiaccia di testa, miracolo di Sirigu ma sulla ribattuta il centrocampista viola non può sbagliare.

Al 42' è sentenza Fiorentina: il calcio di punizione perfetto di Biraghi mette in ginocchio la squadra rossoblù. 

Nella ripresa triplo cambio per Konko: dentro Ekuban, Melegoni e Bani per Calafiori, Portanova e Sturaro. La Fiorentina è in controllo e serve anche il poker: trovato in profondità Vlahovic che si fa perdonare dopo il rigore fallito e con la palombella supera Sirigu. Il quinto gol lo segna ancora Biraghi, ancora su punizione. Un incubo questa serata per il Genoa.

Al 76' ancora Fiorentina, scatenata: cross da sinistra di Ikone, Torreira tutto solo deve solo spingere in rete di testa. 

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Igor, Biraghi (dal 70' Terzic) ; Bonaventura (dal 70' Duncan), Torreira (dal 80' Pulgar), Maleh; Saponara (dal 70' Callejon), Vlahovic, Gonzalez (dal 70' Ikone)

All. Vincenzo Italiano

GENOA (4-3-1-2): Sirigu; Hefti, Ostigard, Vanheusden, Calafiori (dal 46' Bani); Sturaro (dal 46' Melegoni), Badelj, Galdames; Portanova (dal 46' Ekuban); Yeboah (dal 67' Caicedo), Destro (dal'80' Buksa)

All. Abdoulay Konko

Ammoniti: 32' Calafiori, 36' Portanova, 41' Sturaro (G); 74' Torreira (F)