Sport

"Nel primo tempo abbiamo giocato approfittando degli errori che commettevano loro, sapevamo sarebbe stata una fase importante per noi. Alla fine dopo il 2-1 potevamo anche pareggiare contro una buona squadra. Ora dobbiamo pensare alla prossima partita". Queste le parole di Thiago Motta dopo la sconfitta con il Verona.

"Il nervosismo nel finale? Non è questione di nervosismo, io ho preso un giallo - dice a Dazn - che non ho capito benissimo, poi l'espulsione di Agudelo per rosso diretto mi è sembrata molto esagerata. Si è vista subito la reazione del calciatore dell'Hellas che quando ha visto il rosso si è alzato subito. A fine gara siamo in due ad aver sbagliato, io per primo, prendere la strada per gli spogliatoi sarebbe la cosa migliore, però abbiamo questa abitudine di salutare l'arbitro e sono andato. Mi ha spiegato l'espulsione ma io gli ho detto che non ero d'accordo".

"Sono cose che succedono, ora - conclude Motta - bisogna pensare alla partita con il Genoa che è la cosa più importante. Abbiamo due giorni per prepararla, la affronteremo nel miglior modo possibile".