Sport

LA SPEZIA - Dopo essere stato sul filo del rasoio nonostante la vittoria sul campo del Napoli, Thiago Motta rimane alla guida dello Spezia per la prima partita del 2022. Avversario di giornata l'Hellas Verona di Igor Tudor, che non vince da un mese in campionato. Modulo 3-5-2 per l'italo-brasiliano che presenta Kiwior a centrocampo nonostante l'episodio di violenza in cui è rimasto coinvolto la sera di Capodanno. In attacco il duo Strelec - Agudelo.

PRIMO TEMPO - Meglio il Verona in avvio, al quarto d'ora occasione per Lasagna che incrocia col sinistro da posizione defilata, pallone che sfila sul secondo palo. Al 17' sugli sviluppi di una punizione, Ceccherini spreca malamente una palla vagante dal limite dell'area. Primo squillo dello Spezia al 22': dai e vai a centrocampo che libera Reca sulla sinistra, Pandur rimane in piedi e blocca il mancino del polacco.

Gigantesca occasione al 32' per l'Hellas Verona: Lazovic penetra in area vincendo un paio di rimpalli, poi prova con il sinistro e centra in pieno la traversa. Ancora il serbo ci prova poco dopo col destro, Provedel con sicurezza blocca. Ci prova lo Spezia poi con Amian senza troppa convinzione, finisce a reti bianche la prima frazione

SECONDO TEMPO - Nella ripresa sempre meglio il Verona che al 55' ha un'altra occasione con Lasagna: il filtrante di Lazovic trova l'ex Udinese, Provedel chiude con il corpo con il pallone che rimbalza su Lasagna ancora e termina sul fondo. Al 55' il Verona sblocca con Caprari: affondo di Lasagna che serve dall'altra parte Simeone, il rimpallo fa finire il pallone verso l'ex Sampdoria che davanti a Provedel non sbaglia col sinistro.

Reazione Spezia con Bastoni che scappa alla difesa veronese e incrocia col mancino, palla larga. Al minuto 70, raddoppia l'Hellas ancora con Caprari: palla recuperata dal Verona a centrocampo, Lasagna appoggia a Caprari che prende la mira dal limite e trova l'angolo a sinistra di Provedel.

Accorcia le distanze lo Spezia all'85': calcio d'angolo battuto dagli Aquilotti, palla toccata da un giocatore dell'Hellas e poi da Erlic, zuccata vincente che riapre la gara. Un minuto dopo tuttavia lo Spezia rimane in dieci per l'espulsione diretta di Agudelo, che col piede colpisce Depaoli alla schiena. In pieno recupero chance per il Verona di chiudere i giochi, ma Barak chiude troppo il destro e incrocia a lato.

 

SPEZIA (3-5-2): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou; Gyasi, Maggiore, Kiwior, Bastoni, Reca (dal 71' Antiste); Agudelo, Strelec (dal 50' Verde)

All. Thiago Motta

HELLAS VERONA (3-4-1-2): Pandur; Casale, Gunter, Ceccherini; Tameze, Veloso, Ilic, Lazovic; Lasagna (dal 71' Barak), Caprari; Simeone (dal 71' Kalinic)

All. Igor Tudor

Ammoniti - 30' Veloso, 45' Casale (V); 75' Verde, 78' Agudelo (S)

Espulsi - 87' Agudelo