Sport

Il grave infortunio a Pajac ha aperto il problema della fascia sinistra. Li l’alternativa al croato era Czyborra, quindi viste le problematiche fisiche del tedesco si è aperta una voragine tattica. Si è parlato per gennaio di tornare sul mercato o per richiamare Vasquez in prestito alla Cremonese dove peraltro non gioca quasi mai. Ma nelle ultime settimane si è aggiunto un attore in più: Mimmo Criscito. L’ex capitano del Genoa ha lasciato il Toronto ed è tornato a Genova. Entro un mese deciderà se chiudere definitivamente la carriera di calciatore o se proseguire.

Così il suo nome “pesante” è tornato  di attualità per la squadra rossoblu proprio nel ruolo rimasto scoperto. Lui non si sbilancia, la società fa capire che non rientra nei piani pur non facendone un caso personale. Però il dibattito tra i tifosi, specie sul web è piuttosto acceso. In tanti vorrebbero il ritorno di Criscito per le sue indubbie qualità tecniche che in B farebbero ancora la differenza e per il carisma che ha dato il suo storico col Grifone. C’è invece chi avanza forti dubbi sul suo rapporto con Blessin che già alla fine del campionato scorso non è apparso solido. Infine c’è anche una parte di genoani che non gli hanno perdonato il rigore sbagliato contro la Sampdoria nel derby spareggio perso dai rossoblu. La sensazione è che tutto sia possibile e che servirà attendere la fine dell’anno per comprendere meglio soprattutto l’idea che ha in mente proprio Criscito. Intanto la squadra prosegue la preparazione di Coda e compagni in vista della partita in trasferta col Perugia. Blessin potrebbe recuperare Toure e Ilsanker.