Sport

"Abbiamo perso una partita folle". Così Marco Giampaolo commenta la sconfitta di Verona, limitata da Audero nel punteggio e caratterizzata dalla deludente prova di Sabiri. "Eravamo in pieno controllo: partita approcciata bene, giocata bene, siamo andati in vantaggio. Poi in cinque minuti - dice a Dazn - è successo l’imponderabile. Non abbiamo avuto la calma di ragionare. Nelle partite esistono le difficoltà ma devi saperle gestire. Non me la sento di dare addosso alla squadra. Si sono spremuti fino alla fine. Paghiamo cari quei cinque minuti dove abbiamo sbagliato qualcosa nella gestione delle risorse mentali".

Qualcuno tira in ballo la sconfitta all'Arechi. "Questa non è stata la partita di Salerno. Non si può appoggiare alla partita di Salerno, qui abbiamo giocato fino alla fine. E' stata una partita sporca e fisica, come ce l'aspettavamo. Se c’è una cosa su cui recriminare è la cattiva gestione di quei momenti in cui la tensione sale e la partita scivola su un piano diverso".

Quanto a Sabiri, deludente come trequartista, Giampaolo puntualizza "Quel ruolo è il suo, è lì dove rende meglio. Non è stato brillantissimo, era la terza partita in sette giorni".

Prima della partita, Giampaolo ha ammesso le difficoltà: "Ho detto che la coperta è mezza corta perché ho i giocatori contati. Winks? Purtroppo ha fatto solo mezzo allenamento e poi ha avuto un problema. Non è condizionato, ma ha un problema di natura fisica. Deve mettersi a posto e poi potrà lavorare con noi".