Sport

La Sampdoria perde a Verona, pur essendo passata in vantaggio: il sorpasso entro la fine del primo tempo, nella ripresa Audero limita il passivo e all'orizzonte, sabato sera, c'è il Milan.

In apertura Sabiri riceve un cartellino giallo per gomito largo su un avversario. Al 9' Audero salva su Lazovic, in posizione di fuorigioco. Al 13' Caputo, servito da Quagliarella, costringe Montipò a una difficile parata. Al 21' ancora Quagliarella prova a piazzare il sinisrro, ma la mira non è adeguata. Passa la Sampdoria al 40': Rincon difende caparbiamente palla e serve in avanti Caputo, che spalle alla porta si volta e di sinistro trafigge Montipò sull'angolo opposto. Il vantaggio doriano dura poco: allo scadere un colpo di testa di Henry, con sospetto contatto su Ferrari, stampa sulla traversa il pallone che rimbalza sulla schiena di Audero e va in porta. Ma non è finita: nel recupero Doig, sfruttando una corta respinta di Audero ancora su Henry, porta avanti i gialloblù.

In avvio di ripresa, ancora il Verona insiste: Doig mette alla prova Audero, che chiude la porta doriana impedendo il gol che avrebbe chiuso la partita. Quindi al 56' è Lasagna che, davanti ad Audero che gli rimpicciolisce lo specchio, calcia alto. Il portiere dela Sampdoria salva altri due gol fatti, poi all'80' Gabbiadini con un sinistro al laser sfiora il 2-2. Ma il finale è un duello Verona-Audero: il numero 1 limita il passivo. Ma al 90' Caputo dà l'illusione del gol, centrando l'esterno della rete.

VERONA-SAMPDORIA 2-1
RETE: 40' Caputo, 45' aut. Audero, 48' Dogi.

VERONA (3-5-2): Montipò; Coppola, Hien, Dawidowicz; Terracciano, Lazovic, Veloso, Ilic, Doig; Henry, Lasagna. Allenatore: Gabriele Cioffi.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Augello; Rincon, Vieira, Verre; Sabiri; Caputo, Quagliarella. Allenatore: Marco Giampaolo.
ARBITRO: Valeri di Roma.
NOTE: ammonito Sabiri.