Sport

LA SPEZIA - Sono gli ultimi arrivati in casa Spezia ma hanno già le idee chiare. Questo pomeriggio al centro sportivo Ferdeghini si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di Daniel Maldini, Mattia Caldara e Albin Ekdal, i tre innesti di Pecini per mister Gotti. Alla conferenza era presente anche il presidente Philip Platek che ha ringraziato i presenti.

“La società mi ha voluto fortemente, è una cosa importante per un calciatore sentirsi importante - ha commentato Ekdal, il più esperto tra i tre - "Ho voluto continuare in Italia ad ogni costo, sto benissimo, sia io che la mia famiglia, è stata una scelta facile. Sono molto contento di aver firmato per due anni, non vedo l’ora di vestire la maglia dello Spezia”.

Daniel Maldini, figlio d'arte e talento proveniente dal Milan, ha preso la parola parlando anche della Coppa Italia: "Bisogna partire forte. Prima facciamo e meglio è. La Coppa Italia ha visto uscire alcune squadre, nessuno vuole perdere ma ce la metteremo tutta. Stiamo cercando di alzare sempre più l’asticella ed essere sempre più competitivi e portare a casa punti importanti. Ho scelto lo Spezia anche per questo, per avere più minuti e continuità. Ora stiamo lavorando con il gruppo, spero di trovare presto la forma fisica giusta”.

Mattia Caldara, che ha diverse esperienze con Atalanta, Milan e Venezia, ha parlato dell'importanza del gruppo e della sua carriera che con lo Spezia potrebbe decollare nuovamente: "Il gruppo è fondamentale per l’obiettivo salvezza. Sappiamo che alcuni dettagli sono importanti, stiamo lavorando per questo, anche con noi nuovi arrivati. L’anno scorso ho fatto parecchie partite, ho ritrovato il ritmo gara e ora non ho più problemi. A livello fisico e mentale mi sento meglio ma quest’anno devo fare un altro step. Mi trovo bene, il mister vuole che partecipiamo tanto anche alla manovra offensiva e in questo mi trovo bene. Dipenderà tanto da me."