Sport

Se ne va un pezzo della storia del ciclismo ligure. E' scomparso a 90 anni il Presidente Onorario dell'U.S. Pontedecimo Ciclismo Tomasino Morgavi. E' stato Presidente della Sezione Ciclismo del sodalizio polceverasco dal 1986 al 2000, organizzando edizioni prestigiose del Giro dell’Appennino: in quegli anni, ricorda Fabio Barbieri allievo e amico fraterno dello scomparso, sul traguardo storico di piazza Generale Arimondi a Pontedecimo vinsero campioni del mondo come Gianni Bugno (nella foto con Morgavi) e Moreno Argentin, vicecampioni del mondo come Dirk De Wolf e Claudio Chiappucci, vincitori di Giri d’Italia come Pavel Tonkov e Eugenio Berzin, con Marco Pantani che stabilì il record della Bocchetta nel 1995. Ha guidato con perizia e professionalità l’associazione in anni che vedevano un profondo cambiamento del mondo del ciclismo.

Abile tessitore di conoscenze ed amicizie sia nel mondo sportivo che in quello della pubblica amministrazione, ottenne da parte della Federazione Ciclistica Italiana che la 50a edizione dell'Appennino valesse come campionato italiano assoluto professionisti, che organizzò in maniera impeccabile, onorato con un podio di assoluto prestigio. Sotto la sua presidenza fu celebrato il 90o anniversario della fondazione della Società, ed ottenne in quell’anno che l’U.S. Pontedecimo Ciclismo fosse insignita della meritatissima Stella d’Oro al Merito sportivo. Tomasino è stato successivamente insignito, nel 2002, della Stella di Bronzo al Merito sportivo del Coni. Il funerale si terrà mercoledì 13 luglio alle 9 nella chiesa di San Bambino Gesù e San Giuseppe a Mignanego.

Alla famiglia dello scomparso e all'US Pontedecimo le condoglianze della redazione sportiva di Primocanale.