Sport

GENOVA - Il primo a parlare di mix tra giovani e vecchi per la nuova stagione era stato il tecnico Blessin dopo che la retrocessione era stata sancita. Ora Spors, che ha proferito parola, è in sintonia con il mister tedesco e ha aggiunto che "siamo al lavoro per allestire una squadra competitiva".

In questo senso l'attacco resta il reparto sotto osservazione. Djuric forse resta alla Salernitana, così sono in pole Coda e Cutrone, ma non solo. Il problema però è sfoltire una rosa pletorica. E questo guazzabuglio è al primo posto delle priorità genoane.

In uscita Destro, Maksimovic, Caicedo e altri che dovranno essere piazzati. Possibile destinazione in B per Vogliacco e Caso, che comunque Blessin vuole vedere al lavoro. Per Ostigard, che a Napoli per settimane l'hanno dato in azzurro, la situazione è in stallo. Il norvegese ha trovato accordo economico col Napoli ma il Brighton, titolare del cartellino del difensore, non si accontenta dei 4 milioni inclusi bonus proposti. È così il Genoa è alla finestra per poter magari fare una controproposta al calciatore e al club inglese. Difficile possa rimanere ma si vedrà giorno per giorno. Ostigard peraltro ha fatto bene nella sua nazionale e quindi indubbiamente ha mercato.

In partenza come si sa anche Cambiaso che piace a Inter, Juve e Atalanta. Ekuban ha qualche richiesta pure in Italia mentre Badelj interessa al Werder Brema. Insomma il mercato del Grifone è una pentola a pressione che ha cominciato a bollire sotto il sole di un'estate caldissima in tutti i sensi.

ARTICOLI CORRELATI

Lunedì 20 Giugno 2022

Genoa, girandola di bomber: ultimo nome è Maderner

GENOVA - Un altro nome per l'attacco del Genoa: Daniel Maderner. Ventisei anni, austriaco gioca in serie B belga nel Waasland-Beveren e ha un costo contenuto, circa un milione di euro. Nell'ultima stagione ha segnato 13 reti in 25 partite giocate. Questo secondo "calcioline" che negli ultimi giorni