Porto e trasporti

Oggi ho avuto l’onore di incontrare il capo di Stato maggiore della Marina militare l’ammiraglio Enrico Credendino. E’ stata un’occasione importante per affrontare il tema delle fondamentali attività svolte dalla Marina militare”. Così Raffaella Paita, senatrice del gruppo Azione-Italia Viva.

“Oltre a quelle militare, la Marina - argomenta la Paita - svolge di importantissime funzioni di carattere civile nella dimensione subacquea. Pensiamo per esempio al presidio sul flusso dei dati trasportati dai cavi sottomarini o a quello sui gasdotti. Si tratta di un’attività di supervisione di altissimo valore economico e strategico. E’ la ragione per la quale non dobbiamo avere reticenze nel sostenere maggiormente le attività della Marina. Per quanto riguarda La Spezia in particolare, la presenza della Marina militare, con la sua base, fa parte della storia della città. Mi ha fatto molto piacere apprendere che sono previsti degli investimenti ma anche la volontà di un’apertura nei confronti delle attività nautiche e cantieristiche all’interno della base navale".

"L’intenzione è quella di coinvolgere le istituzioni locali, superando il sistema di chiusura della base. Ho trovato, inoltre, molto interessante il progetto del Polo Nazionale della Subacquea a San Bartolomeo, futura eccellenza che riunirà settori di ricerca e di attività nel campo subacqueo. Credo sarebbe interessante partire da questa nuova vocazione della città per realizzare una vera e propria università. Il mio sogno è vedere un centro che riunisca le attività di ricerca e militari per metterle a disposizione di giovani da impiegare in un settore che, sia per la Liguria che per l’Italia, sarà sempre più strategico e importante - conclude la Paita - insieme a quello dello spazio”.