Politica

Chi da ragione al sindaco Biancheri, chi no
2 minuti e 57 secondi di lettura

La conferenza dei servizi per il progetto di restyling del porto vecchio di Sanremo, per volontà dell'attuale sindaco Alberto Biancheri, 'slitta' a data da destinarsi, o meglio, sulla scrivania del nuovo sindaco.

Un progetto che allo stato attuale, come confermato dai 6 candidati , presenta delle modifiche importanti confronto a quello precedente per il quale era stato evidenziato l'interesse pubblico. Scontata, per un certo verso, la decisione di Biancheri che ha preferito lanciare la palla incandescente nelle mani della nuova amministrazione.

A tal proposito abbaiamo avvicinato i sei candidati a sindaco per conoscere la loro opinione sull' ultima mossa della giunta Biancheri.

Fulvio Fellegara, centro sinistra Partito Democratico,  Generazione Sanremo, Progetto Comune, Fellegara Sindaco " Una scelta obbligata che avrebbe dovuto essere fatta prima e messa in chiaro da subito visto il nuovo progetto molto diverso da quello precedente, visto le difficoltà  denunciate dai pescatori, dagli esercenti della zona. La stessa sensibilità, la stessa attenzione il sindaco Biancheri avrebbe potuto anche averla per Rivieracqua. Da una parte ha fatto le corse e ha chiuso i giochi, dall'altra li lascia aperti. Sarebbe stato opportuno avesse lasciato al nuovo sindaco l'opportunità di decidere del futuro di acqua pubblica e del porto" 

Gianni Rolando, centro destra Fratelli d'Italia, Udc, Forza Italia, Lega, Andiamo!, Sanremo Domani " Lo avevo detto un mese fa. Non si può andare avanti con un progetto che è molto diverso da quello concordato con tutti. Bisogna aprire subito il confronto con tutti gli esercenti del porto e con le categorie in generale, il comune deve farsi parte propositiva dialogando con i titolari del porto. Sono certo che l'unico modo per fare bene questo porto, sia il grande dialogo aperto".

Erica Martini, Indipendenza: " In campagna elettorale si dice tutto il contrario di tutto: se la vecchia amministrazione lo avesse fatta sarebbe stato sicuramente un errore , dare la pratica alla nuova amministrazione, invece sarebbe passato come il cedere una patata bollente. Io credo che sia stato giusto così in quanto la nuova amministrazione si occuperà anche del nuovo progetto del restyling ed è giusto, a questo punto, che si occupi anche della conferenza dei servizi" 

Roberto Rizzo, Movimento 5 Stelle: " Biancheri secondo me ha fatto bene, perché da parte di tutti i sindaci continuano ad esserci critiche. IO non sono un tifoso di Biancheri sono un tifoso di Sanremo e so che occuparsi di queste problematiche così grosse è un problema. Ognuno di noi vuole sempre avere la soluzione pronta per quell' altro ma quando si è coinvolti in prima persona non è facile.  Biancheri ha fato bene ha lasciare la palla in mano a chi  arriverà dopo."

Alessandro Mager, civico, Anima, Idea, Forum, Sanremo al Centro "Credo fosse doveroso  farla slittare. E' un argomento talmente importante che dovrà essere trattata con cautela e tempi tecnici che saranno molto più lunghi dei famosi 90 giorni previsti perla conferenza dei servizi. Sul porto  gravitano interessi svariati di categorie economiche e di persone facenti parti di associazioni sportive, pesca sportiva. Il progetto presentato è significativamente  diverso da quello per il quale era stato dato il pubblico interesse per cui credo sia inevitabile ridiscutere il tutto con le categoria interessate. 

Roberto Danieli, civico, Sanremo 2024: "Sono totalmente contrario al progetto del porto vecchio, sono a favore di un restyling ma non come descritto nelle carte. Il porto vecchio deve rimanere tradizione e caratteristico perché  abbiamo già il Porto Sole e non ne abbiamo bisogno di un secondo. Sono a favore della cosiddetta ' mano di bianco '. Quando, per il lavori di restyling, chiuderanno via Nino Bixio , sarò curioso di assistere alla convivenza con  Festival e con la Milano-Sanremo."