Politica

VENTIMIGLIA - Dopo il caso della candidata Stefania Pucciarelli presa di mira con alcuni messaggi sessisti (Leggi qui) anche altri esponenti della Lega si sono visti imbrattare manifesti elettorali collocati nelle locandine e negli appositi spazi a Ventimiglia. Alcuni manifesti sono stati strappati, altri imbrattati con le scritte "Lega fascismo", in altri viene insultato direttamente il segretario della Lega Matteo Salvini. 

Avviate da parte delle forze dell'ordine le indagini per stabilire gli autori del gesto. In questo senso saranno utili le immagini delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona.

Nel frattempo gli esponenti del partito puntano il dito contro una “certa sinistra”. "A Ventimiglia i soliti ‘democratici a senso unico’, hanno imbrattato i manifesti elettorali della Lega con ignobili scritte che di democratico non hanno nulla - spiega in una nota Rixi, segretario della Lega in Liguria -. L’ennesimo gesto vergognoso di certa sinistra antidemocratica che predica contro gli Stati Uniti, contro Israele e per un’immigrazione indiscriminata in Italia. Stiano pur tranquilli, il 25 settembre con la Lega e col centrodestra al governo torneranno i decreti sicurezza di Salvini per difendere le nostre città e i nostri confini” conclude la nota del deputato ligure.

 

ARTICOLI CORRELATI

Venerdì 16 Settembre 2022

Insulti sessisti sulla candidata Pucciarelli, Lega Sarzana: "Sinistra prenda distanze"

Un messaggio propagandistico intitolato “Lei oppure Melley” viene fatto circolare su diverse chat, per denigrare Stefania Pucciarelli definendola, tra gli altri, come “casalinga glamour”
Giovedì 15 Settembre 2022

Cani in spiaggia, Bertorello (Lega): "Un sacrosanto diritto dei padroni di animali"

GENOVA - E’ arrivata poco fa la notizia che il Tar della Calabria-Catanzaro (sentenza n.1430/2022), ha annullato un’ordinanza che vietava di condurre sugli arenili “cani o altri animali, anche se muniti di museruola e/o guinzaglio”, durante la stagione balneare. La scelta di interdire sempre l'ingre
Martedì 13 Settembre 2022

Incendi, Mai (Lega): "Con nostra proposta di legge, Liguria modello da seguire contro piromani"

GENOVA - “Sembra ormai certa l’origine dolosa del vasto incendio che ha interessato il monte Moro e il monte Fasce nel levante di Genova. Credo che quando la proposta di legge depositata in Consiglio regionale dalla Lega per aiutare a identificare i piromani verrà approvata dall’assemblea, la Liguri