Politica

GENOVA - Oggi missione storica a Kiev da Zalensky del premier italiano Draghi, del presidente francese Macron e del cancelliere tedesco Scholz.

I tre paesi europei sono stati accolti con diffidenza, soprattutto la Germania poiché investita da una grande polemica in quanto non si è mobilitata come promesso per quanto riguarda un aiuto militare nei confronti del popolo ucraino e la Francia che presenta un comportamento ambivalente che desta perplessità.

"L'Ucraina valuta i paesi europei in base a quanto li hanno aiutati fino ad ora." -spiega Ugo Poletti - "Quelli che piacciono di più sono gli italiani anche se abbiamo dato meno armi rispetto all'Estonia e alla Lituania ma l'Italia sta facendo dei sacrifici in quanto ha rotto molti rapporti commerciali con la Russia." 

"Oggi a Kiev vengono accolti con maggiore sentimento i polacchi e gli inglesi perché aiutano molto di più l'Ucraina." conclude il direttore dell'Odessa Journal.

ARTICOLI CORRELATI

Giovedì 16 Giugno 2022

Savona, scontro tra due moto: 29enne in codice rosso

Si è verificato anche un altro incidente in zona porto a Savona che ha coinvolto quattro veicoli: il bilancio è di un ferito in codice giallo.
Giovedì 16 Giugno 2022

Incendio in un albergo: i vigili del fuoco spengono il rogo

DIANO MARINA - Paura per gli ospiti di un albergo che sono stati fatti evacuare dalla struttura a causa di un incendio improvviso. L'accaduto si è verificato alle ore 7,15 all'interno della cucina di un albergo a Diano Marina in provincia di Imperia. Tempestivo l'intervento dei vigili del fuoco ch