Politica

GENOVA - E' morto all'età di 84 anni l'ex sindaco di Genova Giuseppe Pericu. Ha ricoperto la carica di primo cittadino del capoluogo ligure dal 1997 al 2007 per due mandati. Durante il suo primo mandato ha gestito da sindaco il G8 del 2001 e Genova Capitale della Cultura europea nel 2004. Ha avviato tra gli altri i lavori di prolungamento della metropolitana dalla stazione Principe a De Ferrari. Dal 1994 al 1996 è stato deputato alla Camera nel corso della XII Legislatura nelle file del Partito socialista italiano. E' stato inoltre membro della Commissione Speciale Napolitano per la riforma del settore Radio Televisivo e della Commissione Affari Costituzionali.

Simbolo del centrosinistra nel 2007 ha aderito al Partito democratico. Dopo gli studi classici si è laureato in Giurisprudenza a Genova con tesi in Diritto Amministrativo. Era iscritto all'Albo degli Avvocati di Genova dal 1963. Ha fatto parte di commissioni di studio per l’elaborazione di disegni di legge su argomenti come tutela dell’ambiente, riassetto delle competenze amministrative del governo locale, riforma del Codice della Navigazione, elaborazione di una legge generale sul procedimento amministrativo, riforma del Ministero degli Interni e del Sistema di Produzione di Trasmissione di Energia Elettrica. Il 24 ottobre 2005 gli è stata conferita la Laurea Honoris Causa in Scienze Giuridiche dall’Università di Bologna e il 4 luglio 2006 la Florida International University gli ha consegnato la FIU Medallion.

È stato inoltre membro del cda della Cassa Depositi e Prestiti dal 2008 fino all'aprile 2013. Dall'11 ottobre 2016 al 23 agosto 2018 è stato membro del cda di Banca Carige. Dal 25 novembre 2013 è Presidente dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, nel 2015 è stato eletto presidente per un triennio del Conservatorio Niccolò Paganini, dal 2012 era membro del Comitato Esecutivo dell'Istituto Italiano di Tecnologia e docente presso la Scuola di Politiche (SdP) di Enrico Letta a Genova. La sua morte avviene all'indomani delle elezioni comunali di Genova.

Immediata il mondo della politica genovese ha espresso il suo cordoglio. "Genova oggi perde un suo storico sindaco – afferma il governatore di Regione Liguria Giovanni Toti a nome di tutta la Giunta Regionale - avvocato, docente universitario e attuale Presidente dell’Accademia Ligustica. Un uomo che a lungo e fino alla fine si è impegnato per la sua amata città. Alla famiglia vanno le mie più sentite condoglianze e quelle di tutta la giunta regionale". "Apprendo con rammarico della scomparsa del professor Giuseppe Pericu, sindaco di Genova per dieci anni, illustre avvocato, docente universitario e attuale Presidente dell’Accademia Ligustica. Nel porgere le più sentite condoglianze alla famiglia voglio ricordare il suo lungo impegno a servizio della nostra amata città" ha commentato Marco Bucci.

Questo il messaggio da parte di Ariel Dello Strologo: "Giuseppe Pericu è stato "un modello a cui aspirare. Come professionista e anche come sindaco. Soprattutto, come uomo. Vivo la sua scomparsa come un dolore che si somma a quello per la morte di mio padre, di cui era caro amico, solo pochi mesi fa" - ricorda Dello Strologo.

Cordoglio anche da parte dei Cinque Stelle: “Il Movimento 5 Stelle Liguria esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Giuseppe Pericu. Ai famigliari dell’ex sindaco e pilastro della vita culturale genovese, le nostre più sentite condoglianze”. "Uno dei sindaci più amati e stimati della storia del Comune di Genova. Un Sindaco che rappresentava davvero i genovesi! Un Sindaco che ha svolto il suo ruolo nel pieno rispetto delle istituzioni che rappresentava" ha commentato Claudio Chiarotti. "La prematura scomparsa di Beppe Pericu colpisce l’intera comunità genovese. L’ho conosciuto come sindaco quando ero consigliere comunale di opposizione. Un giurista colto e preparato per cui le distanze ideologiche non sono mai state un muro invalicabile. Con la sua scomparsa si impoverisce il dialogo democratico con una persona intellettualmente onesta. Condoglianze sincere alla famiglia" ha commentato Edoardo Rixi della Lega.

Luca Maestripieri, segretario generale di Cisl Liguria, e Marco Granara, responsabile Ast Cisl si uniscono ai messaggi di orgoglio: "Apprendiamo con dolore la notizia della scomparsa dell’ex sindaco di Genova Giuseppe Pericu, persona seria, autorevole e stimata. Nei suoi due mandati ha saputo affrontare con professionalità, pragmatismo e lungimiranza le trasformazioni che hanno attraversato la città. Alla sua famiglia vanno le condoglianze di tutta la Cisl di Genova e della Liguria”

Anche il sindacato Uil, attraverso il suo segretario Mario Ghini, si unisce al cordoglio: "Apprendiamo con estrema tristezza della morte di Giuseppe Pericu. Un uomo perbene e un sindaco in grado di gestire con grande umanità e professionalità pagine buie come il G8, ma anche momenti di lustro cittadino come Genova Capitale della Cultura nel 2004. Ai famigliari di Giuseppe Pericu l'abbraccio sentito di tutta la Uil Liguria".

Le dichiarazioni di rammarico per la scomparsa di Pericu arrivano anche dai partiti. Roberto Cassinelli, deputato di Forza Italia, afferma che "La scomparsa di Beppe Pericu mi addolora molto. Un giurista di raro spessore e una persona colta e preparata. Di lui ho sempre apprezzato l'onestà intellettuale e la grande signorilità. La sua scomparsa impoverisce la città. Condoglianze sincere ai familiari nel ricordo di un grande genovese".

Roberta Pinotti, senatrice del Pd e presidente della commissione Difesa: "Mi unisco con commozione al cordoglio dei parenti, degli amici e della città intera per la scomparsa di Beppe Pericu. Ho avuto l'onore di lavorare con lui in Comune durante il suo primo mandato da sindaco. E' stato un grande maestro, di cui non potrò mai dimenticare, oltre alla sapienza amministrativa, la lucidità e la generosità politica".

"Un galantuomo, un amico, un amministratore capace e intelligente. È stato il sindaco della rinascita di Genova, il leader che seppe parlare alla città ferita dal G8. Ci mancherà tantissimo". Così il ministro del Lavoro Andrea Orlando ricorda l'ex sindaco di Genova.

Un messaggio di cordoglio arriva anche da Raffaella Paita, deputata di Italia Viva: "Pericu si è sempre dimostrato un politico capace di grandissima visione, una dote che, anche grazie al suo 'riformismo fino al midollo', consentì di far compiere a Genova un enorme salto di qualità". Lo scrive Raffaella Paita, deputata di Italia Viva. "A lui - ricorda Paita - toccò anche la gestione del momento drammatico rappresentato dal G8 del 2001. Beppe era dotato di straordinaria umanità e capacità di ascolto. Insomma, una persona rara e un amministratore e politico dalle grandissima competenza. Lo voglio ricordare con affetto e gratitudine e porgere le mie condoglianze alla famiglia".

"La scomparsa di Beppe Pericu mi addolora molto. Un giurista di raro spessore e una persona colta e preparata. Di lui ho sempre apprezzato l'onestà intellettuale e la grande signorilità. La sua scomparsa impoverisce la città. Condoglianze sincere ai familiari nel ricordo di un grande genovese". Lo scrive in una nota il deputato di Forza Italia Roberto Cassinelli.

"Esprimo profondo cordoglio per la prematura scomparsa dell’ex sindaco di Genova Giuseppe Pericu, illustre avvocato e docente universitario. Al di là dell’appartenenza politica era un avversario di altissimo profilo, un galantuomo con il quale si poteva dialogare in modo democratico. Con la sua scomparsa il capoluogo ligure perde una figura autorevole, che si è sempre impegnata per la nostra città. Sincere condoglianze alla famiglia". Lo ha dichiarato il consigliere regionale Alessio Piana.

“Con la scomparsa di Giuseppe Pericu se ne va un punto di riferimento fondamentale nella storia recente della città di Genova”. Lo dichiara Raffaella Paita, deputata di Italia Viva. “Sindaco dal 1997 al 2007, Pericu si è sempre dimostrato un politico capace di grandissima visione, una dote che, anche grazie al suo ‘riformismo fino al midollo’, consentì di far compiere a Genova un enorme salto di qualità. A lui toccò anche la gestione del momento drammatico rappresentato dal G8 del 2001. Beppe era capace di straordinaria umanità e capacità di ascolto. Insomma, una persona rara e un amministratore e politico dalle grandissime capacità. Lo voglio ricordare con affetto e gratitudine e porgere le mie condoglianze alla famiglia”, conclude.

DALL'ARCHIVIO STORICO DI PRIMOCANALE LA PUNTATA DELLA STORIA DEI DOGI DI TURSI DEDICATA A GIUSEPPE PERICU - PRIMA PARTE

DALL'ARCHIVIO STORICO DI PRIMOCANALE LA PUNTATA DELLA STORIA DEI DOGI DI TURSI DEDICATA A GIUSEPPE PERICU - SECONDA PARTE

G8, 20 anni dopo, il ruolo di Primocanale - Giuseppe Pericu: Il comune fu escluso da ogni decisione