SPORT

La soddisfazione del presidente delle Aquile per la fine dei lavori di adeguamento

Spezia, Platek: "Stadio Picco riaperto ai tifosi, missione compiuta"

di Stefano Rissetto

mercoledý 08 settembre 2021



LA SPEZIA -  Lo Spezia torna a casa davanti al suo pubblico. La partita con l'Udinese, domenica 12 settembre alle 15, sarà la prima in serie A a porte aperte della storia del club delle Aquile. "Grazie all’efficace sinergia - comunica la società - con il Sindaco e con le autorità locali, alle competenze della società GAU Arena dell’architetto Gino Zavanella, alla disponibilità di Clarin Italia Tribune S.R.L. e al prezioso contributo della squadra di lavoro coordinata dal responsabile delle infrastrutture, Riccardo Lazzini, è stata completata, in anticipo sui tempi previsti, la ristrutturazione della “Curva Piscina” dello stadio Alberto Picco".

"La prima fase del progetto triennale - prosegue la nota - voluto fortemente dalla famiglia Platek fin dal proprio insediamento, si è dunque conclusa con un incredibile successo. Infatti la rinnovata Curva Piscina, che potrà ospitare 3176 persone divise in due settori, ha superato brillantemente le ispezioni della commissione di vigilanza e della Lega Serie A, e pertanto, a partire dalla gara casalinga con l’Udinese, in programma domenica 12 settembre alle 15:00, il Picco potrà tornare ad essere protagonista in Serie A, questa volta con il pubblico aquilotto sugli spalti. É stata una lunga estate di incessante lavoro, ma tutti coloro che hanno lavorato affinché lo Spezia Calcio potesse giocare l’intera stagione sportiva tra le mura amiche, lo hanno fatto principalmente pensando a tutti i tifosi che con pazienza e amore hanno riposto la propria fiducia nel Club, determinati a far sentire la propria voce in quel catino ribollente di tifo che ha sempre saputo fare la differenza, a prescindere dalla categoria e dall’avversario. Il “Picco”, seppur al 50% di capienza, potrà ruggire nuovamente e le Aquile potranno tornare finalmente a gioire insieme al proprio popolo, da troppo tempo lontano dalla propria casa e dai colori che ama".

Il presidente Robert Platek è soddisfatto: "Vorrei innanzitutto ringraziare il sindaco, gli uffici comunali, la polizia, i vigili del fuoco, e tutti quelli che in città ci hanno supportato e hanno creduto in questo progetto. Questo risultato grandioso sarebbe stato impossibile senza il fondamentale supporto dei nostri grandi architetti di GAU Arena, dell'impresa di costruzioni CLARIN Italia Tribune SRL e naturalmente del nostro fantastico team guidato da Riccardo Lazzini: un risultato incredibile, Ai tifosi dico: l'abbiamo fatto per voi! Il vostro supporto è vitale per la squadra e ispira tutti noi ogni singolo giorno. Non vediamo l'ora che arrivi domenica per sentire nuovamente il vostro grande calore riempire il nostro stadio e caricare i nostri ragazzi".



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place