CRONACA

Al momento del gesto in casa c’era una assistente familiare

Spara alla moglie e poi si toglie la vita, tragedia familiare alla Spezia

lunedě 09 dicembre 2019



LA SPEZIA - Ha ucciso la moglie sparandole e poi si è tolto la vita. L’omicidio - suicidio è avvenuto in un appartamento in corso Nazionale, nel quartiere del Canaletto alla Spezia. L’uomo, Giuseppe Gianfranceschi, è un carrozziere in pensione di circa 75 anni, coetaneo della moglie, Rosanna Gentili. I coniugi erano entrambi malati.

Al momento del gesto in casa c’era una assistente familiare ora sotto choc. Il dramma è avvenuto in tarda mattinata. L'arma era regolarmente detenuta dall'uomo. Sul posto è intervenuta la Polizia insieme al personale del 118 e il Pm Monica Burani. L'omicidio suicidio pare essere stato dettato proprio dal precario stato di salute di entrambi i coniugi. L'arma utilizzata dal 75enne per ammazzare la moglie e suicidarsi sarebbe stata regolarmente denunciata e detenuta. Un uomo stimato e apprezzato l'ex carrozziere.

La donna, a quanto sembra, soffriva di alzheimer e aveva bisogno dell'assistenza continua di una badante. Al marito da tempo avevano avevano diagnosticato un tumore e si sottoponeva a terapie. A quanto appreso, l'uomo ha atteso che la badante, una donna albanese che era con la coppia da cinque anni, si spostasse in cucina per preparare il pranzo. Sul posto è arrivato subito il figlio della coppia. In molti, nel quartiere, ricordano la coppia, con lui che spingeva la carrozzina con cui portava in giro la moglie.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place