MOTORI

Dal 30 gennaio al 6 febbraio sfideranno tanti campioni della specialitÓ

Rallye Monte Carlo Historique, al via con due equipaggi genovesi

sabato 11 gennaio 2020



GENOVA - Uno arriverà, l'altro partirà. Tre giorni dopo il calare della bandiera a scacchi dell'ottantottesima edizione del Rallye Monte Carlo, prima prova del campionato del mondo rally WRC 2020, in programma dal 20 al 26 gennaio, scatterà il Rallye Monte Carlo Historique. Il via della gara storica è infatti previsto il 29 gennaio e si concluderà il 6 febbraio. Accade da ventitre anni, ovvero da quando si disputa la più prestigiosa gara di regolarità per auto storiche monegasca. E' infatti oramai consuetudine che nei mesi a cavallo di gennaio e febbraio, siano due le manifestazioni dell'Automobile Club Monaco a dare l'avvio alle più prestigiose gare internazionali su strada.

Il Monte Carlo Historique è gara di Regolarità a Media, competizione che si disputa sul monumentale tracciato da tremila chilometri punteggiato da cinquecento frazioni cronometrate e relativi trasferimenti, sul quale il passaggio dei singoli concorrenti è conteggiato in base alla media di percorrenza dei tratti da classifica. Nel segno della tradizione del "vero" Rallye Monte Carlo degli anni Settanta, sette sono le città europee scelte per la partenza dei partecipanti: a Glasgow e Atene il 29 gennaio, da Montecarlo, Reims, Barcellona, Bad Homburg e Milano il 31 gennaio 2020. Valence è il punto di incontro della tappa di avvicinamento, sabato, 1 febbraio 2020 dopo 26 ore di guida senza sosta, da dove l'indomani ripartono le seguenti tappe comuni.

Manifestazioni tra le più ambite nel panorama mondiale, al punto che la storica raggiunge il ragguardevole numero di trecento e otto partecipanti. Tanti gli equipaggi francesi, ovviamente, molti provenienti dalle altre venticinque nazioni e tra queste la pattuglia degli italiani è la seconda numericamente più rappresentata: quarantacinque. I "regolaristi" e "rallisti" italiani sono all'eccellenza nella specialità, soprattutto alla gara monegasca vantano diverse affermazioni e, da alcuni anni, diversi sono gli equipaggi schierati dalla scuderia mantovana Classic Team: squadra più volte vincente nei campionati italiani ed anche nella stessa prova monegasca.

Tredici sono gli equipaggi della Scuderia Classic Team al Rallye Montecarlo Historique 2020, presentati nella scorsa serata a Spazio Immagina Genova - Generali Italia agenzia Piazza Dante di Genova, tra loro le presenze di rilievo sono genovesi: Marco Gandino e Danilo Scarcella, con la stessa Saab 96 V4 del 1971 con la quale si sono laureati campioni italiani Regolarità a Media 2019 e Alberto Bonamini che condividerà con Marianna Ambrogi l'abitacolo della Fiat 124 Abarth del 1975, curata dalla genovese University Motors. Diversi i campioni tra le fila del team mantovano ed anche il campione europeo e italiano di rally degli anni Settanta, ex pilota ufficiale Fiat Maurizio Verini, affiancato da Roberto Ricci sulla Fiat 128 Coupè del 1977. La vettura più datata al via della gara è una la Fiat 1100 del 1954 di Enrico Regalia e Riccardo Aspesi del Classic Team, anche l’unico equipaggio femminile italiano è del sodalizio lombardo, sono infatti Alexia Giugni e Cristina Biagi al via con la Alpine A110 Gordini a promuovere l'impegno di Europa Donna Italia, movimento nazionale per la realizzazione del primo, completo e autorevole portale di orientamento per la prevenzione e la cura del tumore al seno.

Altri italiani al via dalla spettacolare cerimonia di partenza da Piazza Duomo di Milano sono Peter Zanchi, Giorgio Schon, Alberto Bergamaschi, Alessio De Angelis, Luigi Zampaglione, Riccardo Cristina, Eugenio Amos, Antonio Rossi. Al Rallye Monte Carlo Historique non mancano gli ex campioni del mondo come Walter Rohrl e Christian Geistdorfer, su Porsche 911, Bruno Saby su Renault 5 Alpine, Rauno AAltonen su Mini Cooper S.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place