MOTORI

Dopo le prime cinque selettive prove speciali

Rally della Lanterna, meteo protagonista: Miele leader, Gino insegue

sabato 31 agosto 2019

80 equipaggi sono impegnati nell’edizione numero 35 del Rally della LAnterna. Il meteo incerto potrebbe riservare sorprese: fondamentale la scelta delle gomme. I piloti hanno preso confidenza con le vetture durante lo shakedown, che ha dato le prime indicazioni sulle scelte tecniche. Riflettori puntati su Simone Miele su Citroen Ds3 WRC e Alessandro Gino su Ford Fiesta WRC, ma attenzione anche ai tanti piloti talentuosi della classe R5. Su Peugeot Super 2000 in gara anche l’equipaggio Rossi-De Paoli con Pool Racing e i colori di Primocanale Motori.


SANTO STEFANO D'AVETO - Il meteo è stato il vero protagonista dell'edizione numero 35 del Rally della Lanterna. La lotteria delle gomme ha coinvolto tutti i big con un inizio divertente per il pubblico che segue l'evento. Con le prime cinque prove speciali caratterizzate da condizioni meteo estremamente mutevoli e in continua evoluzione. I piloti si sono divisi tra chi ha scelto gomme da asciutto e chi da bagnato, nella speranza di aver pescato il classico jolly.

Dopo le prime cinque selettive prove speciali il leader della gara è Simone Miele, su Citroen DS3 Wrc, affiancato da Erika Badinelli. Il lombardo ha azzardato le gomme da asciutto alla partenza, scelta che ha pagato. Il diretto avversario Alessandro Gino (Ford Fiesta Wrc), partito con gomme da bagnato, ha trovato le prime due prove asciutte, accusando subito un forte ritardo. Miele ha scavato un solco tra sé e gli avversari, lasciando a 28” il primo degli inseguitori, Guastavino, dopo le prime due prove speciali.

Il secondo giro ha visto poi il ritorno di Gino, che però non ha potuto recuperare il pesante ritardo accumulato in precedenza. Il bilancio delle prime cinque prove vede tre successi parziali di Miele contro i due di Gino, ma il lombardo può andare a dormire in tutta tranquillità con 32”3 di vantaggio sulla Fiesta del rivale piemontese.

In terza posizione si trova Andrea Carella su Skoda Fabia R5 a 43”9, seguito dalle vetture gemelle di Mauro Miele a 49”, Arzà a 50”7 e Guastavino a 54”4. Federici con la Fiesta Wrc è settimo a 1’08”6, seguito dalle Fabia di Giacobone a 1’23”8, Mezzogori a 1’35”4 e Castagnoli a 2’. L'equipaggio Rossi-De Paoli su Peugeot 207 è in gara nella classe Super 2000. I portacolori del team Pool Racing sulla vettura griffata Primocanale Motori hanno chiuso la prima giornata in terza posizione tra le S2000 preceduti da Pederzani e da Bertani. La seconda tappa prevede la disputa delle restanti tre prove speciali, tutte ripetizioni della “Monte Penna”, con i concorrenti che partiranno in base all’ordine di classifica.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place