CRONACA

"Che sia un’inaugurazione sobria, senza passerelle, con discrezione e con un enorme rispetto"

Ponte Morandi, parenti delle vittime sottoscrivono petizione contro il concerto del 27 luglio

lunedì 01 giugno 2020
Ponte Morandi, parenti delle vittime sottoscrivono petizione contro il concerto del 27 luglio

GENOVA -  Lo hanno ribadito ancora una volta, non piùs olo a parole ma anche attraverso i social, il Comitato parenti delle vittime ponte Morandi si schiera contro l'eventualità di un concerto per celebrare la fine dei lavori del nuovo viadotto sul Polcevera e per ricordare chi ha perso la vita quel tragico 14 agosto del 2018.

I parenti delle vittime però chiedono rispetto e hanno ripostato nel gruppo Facebook che li rappresenta una raccolta firme contro il concerto. Una petizione diretta al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e al sindaco di Genova e commissario straordinario alla ricostruzione Marco Bucci. Nei programmi c'è un concerto in cui verrà suonata la Quinta di Beethoven, con l'incipit più noto della storia della musica diretto dal maestro Pappano e dall'Accademia Nazionale di Santa Cecilia in programma il 27 luglio.

Nel testo della petizione contro il concerto si legge: "Davanti all’eventualità di celebrare il completamento del nuovo ponte sul Polcevera con un concerto, vorrei  che ci si ricordasse che quel ponte non doveva cadere. Ricordo inoltre, a rischio retorica, i morti e le ripercussioni varie su tutta la città. I liguri sono persone riservate, persone a cui il silenzio in questa circostanza meglio si addice. Tenete fuori da ciò la vostra voglia irrefrenabile di apparire e di fare propaganda elettorale. Che sia un’inaugurazione sobria, senza passerelle, con discrezione e con un enorme rispetto per le vittime e per chi è rimasto".

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place