CRONACA

Gli invalsi a maggio non faranno 'media'

Maturità 2021, pronta l'ordinanza: maxi orale e un elaborato concordato

di Silvia Isola

venerd́ 19 febbraio 2021
Maturità 2021, pronta l'ordinanza: maxi orale e un elaborato concordato

GENOVA - E' tutto pronto per la nuova maturità 2021: finalmente attesa finita per gli studenti del quinto anno che aspettavano con ansia di sapere come si sarebbe svolta la prova finale. Il neo ministro all'Istruzione, Patrizio Bianchi, ha pronta l'ordinanza per l'esame di stato, che lunedì sarà inviata al Consiglio superiore della Pubblica Istruzione per un parere. 

Sposata la linea dell'ex ministra Azzolina: ci sarà un maxi orale, proprio come nel 2020, con un testo o un prodotto multimediale o una prova pratica che i maturandi potranno decidere insieme al coordinatore di classe e prepare in anticipo, con almeno un mese di tempo a disposizione, che sostituirà la tesina e da cui si potrà partire. 

Ci saranno prima a maggio le prove invalsi che però non faranno 'media', mentre l'esame di stato dovrebbe partire il 16 di giugno, nonostante la volontà di recuperare per alcune classi le ore di didattica a distanza, prolungando le lezioni fino a fine giugno. 



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place