CRONACA


Maltempo, allerta rossa prolungata fino alle 15 di domani sul ponente e fino alle 12 su centro

sabato 23 novembre 2019
Maltempo, allerta rossa prolungata fino alle 15 di domani sul ponente e fino alle 12 su centro

GENOVA - Allerta rossa prolungata fino alle 15 di domani sul ponente della Liguria mentre fino alle 12 per Genova e dintorni. Nella notte è piovuto molto e adesso la zona colpita è quella dell'entroterra con Val Bormida e Valle Stura interessate dalle precipitazioni. “Sono caduti circa 200 millimetri di pioggia in due ore, la notte è passata senza feriti fortunatamente con interventi di salvataggio articolati, per cui il sistema ha di nuovo funzionato. Attenzione massima per le piene e lo scarico dei rii” le parole del Presidente della Regione Giovanni Toti.

"Alle 5 e 25 abbiamo deciso di chiudere tutte le strade nella bassa Valpolcevera sia dalla parte est sia dalla parte ovest per abbondanti allagamenti, per ora è ancora chiusa via San Quirico, via Borzoli lato Rivarolo, via Perlasca", ha detto il sindaco Marco Bucci. "Corso Perrone ha avuto più smottamenti, abbiamo 120 persone isolate ai quattro palazzi. A Murta una frana con una famiglia sfollata, mentre a Trasta un'altra frana si è mangiata la strada.In via Monte Guano stiamo valutando la situazione, stiamo osservando il Cerusa perché è salito rapidamente nelle ultime ore", ha concluso il primo cittadino del capoluogo.

Primocanale in diretta con i suoi inviati per informare sulla situazione meteo tutti i liguri. SEGUI QUI LA DIRETTA.

I DETTAGLI DELL'ALLERTA: 

Bacini medi e grandi dell’estremo ponente ed entroterra di centro ponente (zone A, D): rossa fino alle 15 di domani, domenica 24 novembre poi gialla fino alle 21. Per i bacini piccoli della zona a allerta arancione fino alle 15 di domani poi gialla fino alle 21.

Centro regionale (zona B): rossa fino alle 12 di domani, domenica 24 novembre poi gialla fino alle 18

Levante regionale (zona C): gialla fino alle 6 di domani, domenica 24 novembre

Entroterra di centro levante (zona e, bacini piccoli e medi): arancione fino alla mezzanotte di oggi, poi gialla fino alle 8 di domani, domenica 24 novembre. Per i bacini grandi gialla fino alle 8 di domani, domenica 24 novembre

GLI AGGIORNAMENTI:

ORE 17.45 - Il fiume riesce ancora a scorrere a Cisano sul Neva, nonostante il corso d’acqua, il Neva, affluente del Centa per il momento abbia superato i livelli di guardia. “Ancora non fa paura”, spiega il sindaco, “perché abbiamo le forze messe in campo pronte al peggio, ma incrociamo le dita e speriamo che le piogge finiscano di colpire il nostro territorio”

ORE 16.50 - Crollata passeggiata a mare a Vado Ligure, dopo l'erosione insistente e congiunta del mare e della pioggia nelle ultime ore. Si è aperta una grossa voragine.

ORE 16.20 - A Celle Ligure chiusa la sp 22 per la località Brasi, allagata e per frana.

ORE 16.10 - A Savona situazione di allagamenti "Via Guidobono essendo sotto il livello del fiume è allagata, questa volta la piena del Letimbro è importante e la mareggiata ha già abbattuto diversi alberi, abbiamo una frana in via Amendola e qualche altro smottamento", ha detto l'assessore alla protezione civile Scaramuzza. "Ancora non fa paura il Letimbro, abbiamo chiuso la passeggiata per precauzione perché c'è la nuova moda di fare i selfie con il maltempo".

ORE 15.50 - "Smottamenti a Mauro, a Vesima il rio Lupara ricco di detriti, a Ravini c'è stato un cedimento, oltre agli smottamenti preoccupa la pioggia e il mare che si sta ingrossando", ha detto preoccupato Claudio Chiarotti presidente del municipio Ponente.

ORE 15.40 - "Famiglie isolate da via Rampin e via Triagrande, dobbiamo intervenire e cerchiamo di trovare delle soluzioni ma fino a che persiste il maltempo aspettiamo perché rischiamo di fare dei danni. La strada provinciale 52 è ancora chiusa, con i tecnici di città metropolitana mi hanno detto che per la riapertura se ne parla da lunedì mattina, maltempo permettendo", spiega Emanuela Molinari, sindaco di Ceranesi. "Il terreno è talmente bagnato che dobbiamo aspettare: stiamo parlando di alcuni nuclei familiari che resteranno isolate fino al nostro intervento".

ORE 15.30 - Si stanno abbattendo forti mareggiate sul ponente della regione, in particolare a Bergeggi dove la "spiaggia non esiste più". "Una mareggiata fortissima che può ricordare quella dello scorso anno", commenta il sindaco Roberto Arboscello. "Abbiamo dovuto allontanare i proprietari degli stabilimenti balneari che erano presenti a presidiare i locali già allagati un anno fa". Forti criticità sulla Strada Aurelia all'ingresso di Bergeggi all'altezza del faro, tanto che è stata disposta la chiusura. "Una situazione critica, sull'Aurelia abbiamo tanta acqua che si riversa su questo tratto tra Bergeggi e Vado per cui bisogna percorrere l'Aurelia bis, nel tratto in galleria".  Anche il rio Casazza a Borghetto Santo Spirito, è esondato, senza gravi conseguenze.  Inoltre è stata chiusa al traffico veicolare e pedonale via Montebianco.

ORE 15.15 - Visto il protrarsi dell’allerta meteo rossa e gli ingenti danni avvenuti a Genova è stato protratto il prolungamento dello sciopero del porto di Genova

ORE 14.45 - Criticità sulla Strada Aurelia all'ingresso di Bergeggi, provincia di Savona, all'altezza del faro. Nuovo riversamento dalla frana anche sulla SP41 verso Tiglieto. Segnalato alla Città Metropolitana di Genova che sta per intervenire sul posto.

ORE 14.30 - Il maltempo sta causando forti disagi alla circolazione dei treni e agli aerei previsti in partenza da Genova. Per tutti i dettagli su treni e voli cancellati CLICCA QUI. 

ORE 14.14 - "Siamo in ginocchio, le frane non riusciamo a risolverle, una è davvero imponente e una decina di famiglie sono isolate, non abbiamo mezzi come Comune e non sappiamo se ancora ci sia la strada o sia inghitottita dal fiume, cerchiamo di tenere duro ma non lasciateci soli", ha detto il sindaco di Bormida.

ORE 14.00 - "Ormai il terreno non assorbe più nulla", spiega il sindaco di Piana Cirixia Massimo Tappa parlando del Bormida. "Al momento non abbiamo chiesto aiuti perché l'unica speranza è che smetta di piovere, noi più che monitorare e stare attenti non possiamo fare: la situazione è spaventosa, state tutti in casa". La strada statale 29 'del Colle di Cadibona' è provvisoriamente chiusa in entrambe le direzioni a causa dell’esondazione del fiume Bormida tra i comuni di Dego e Piana Crixia (dal km 118 e al km 120) in provincia di Savona. Il traffico è regolato con indicazioni sul posto. Il personale Anas è intervenuto sul posto per garantire la sicurezza della circolazione e ripristinare la transitabilità appena possibile, in coordinamento con le Autorità, compatibilmente con l’evoluzione delle condizioni meteo.

ORE 13.15 - Riaperta autostrada non c’è’ più’ obbligo uscita a bolzaneto

ore 13.00 - Il Bormida desta preoccupazioni: "E' già esondato in alcune parti, ad Acquafredda una frazione di Millesimo, non abbiamo ancora segnalazioni preoccupanti sul centro, ma siamo molto in allerta", spiega il sindaco di Millesimo. "A Murialdo è già esondato in alcune parti e rischiamo che arrivi anche qui, a Piana Crixia anche lì ci sono state delle esondazioni"

ORE 12.00 - Via Guidobono a Savona chiusa al traffico. 

ORE 11.45 - "Siamo preoccupati, il litorale è in condizioni pessime. Abbiamo vivo il ricordo dell'anno scorso, fortunatamente le attività commerciali hanno messo in atto delle precauzioni", ha detto Franca Giannotta assessore alla protezione civile del comune di Alassio. "Noi abbiamo chiuso la passeggiata Cadorna dove una attività è stata investita dal mare"

ORE 11.30 - "Unica interruzione quella per la Madonna della Guardia, mentre Voltri e Arenzano è garantito come collegamento in autostrada e ad Urbe la linea è parzialmente interrotta a causa della frana sulla provinciale 40. Fino a Vara Inferiore è garantito il collegamento, mentre per il Vara Superiore stiamo cercando di organizzare una navetta che passi dall'altra parte, ma la situazione è critica", ha spiegato Roberto Rolandelli di Atp a Primocanale. 

ORE 11.15 - A Trasta, nella frazione del quartiere genovese di Rivarolo, cinque persone in via Mario Adda sono isolate per una nuova frana. Sul posto i Vigili del fuoco. Già alcune ore fa era stato deciso di far sfollare alcune persone da via Rivarolo e da Teglia in via precauzionale. La via è stata chiusa sia alle auto sia al transito pedonale. A confermarlo la polizia locale.

ORE 11.00 - In attesa del ripristino della linea 53, attivato un collegamento straordinario con bus navetta tra Borzoli e Sestri.

ORE 10.45 - "Siamo in una situazione al limite, speriamo che le previsioni siano in miglioramento perché qui abbiamo un metro e mezzo dall'argine dei fiumi e dei torrenti", ha detto il sindaco Paolo Lambertini, sindaco di Cairo Montenotte. "Chiuso sottopasso ferroviario che collega Cairo Montenotte con Carcare perché il livello della diga è più alto, le squadre dei vigili del fuoco e della protezione civile stanno intervenendo per svuotare al più presto il sottopasso".

ORE 10.30 - Frana in corso Perrone, con trascinamento di alberi nella zona degli orti collettivi. La strada resta chiusa come già disposto nella serata di ieri. 

ORE 10.15 - A Vado Ligure la mareggiata sta divorando la spiaggia: "Dico a tutti di stare a casa, evitare gli spostamenti e non andare sulla passeggiata a mare che abbiamo transennato, i torrenti sono provati dalle forti piogge. I centri commerciali sono chiusi", ha detto il sindaco Monica Giuliano. "Dobbiamo aspettare che passi questo fronte di maltempo, abbiamo appena mandato un ulteriore messaggio di evitare di uscire, stare ai piani alti e non sostare in zone esondabili".

ORE 10.00 - Riaperte al traffico Via Milano sottopasso, Via Pacoret, Largo Jursè, Via P. Reti, Via W. Fillak, Via Renata Bianchi, Via Trenta Giugno 1960 e Piazza Montano. Rimangono ancora chiuse: Via San Quirico, Via Chiaravagna lato monte, Corso Perrone, Via Perlasca, Via Borzoli lato Rivarolo.

ORE 9.45 - Sono ferme le linee 53 e 74. La linea 62 è limitata al cimitero e non raggiunge Testa di Cavallo. La linea 63 transita in via 30 giugno sia in direzione Sampierdarena che Pontedecimo. La linea 172 in direzione Sestri percorre via Arrivabene, piazza Consigliere, via Santa Maria della Costa e piazza Baracca. La linea 158 è limitata sul percorso piazza Consigliere - via Biancheri.

ORE 9.30 - Frana a Urbe (Savona). Vara superiore e Vara inferiore strada provinciale sulla strada provinciale 40 che ci collega con il passo del Faiallo e Genova. "Un tapullo non ha retto, avevamo indicato questo punto come critico nei piani della protezione civile", spiega il sindaco Fabrizio Antoci. "Con Atp dovremo pensare un servizio navetta alternativo perché adesso la viabilità è problematica: il bypass comunale provoca almeno un allungamento di un quarto d'ora o 20 minuti". 

ORE 9.00 - Cesino di Pontedecimo in frazione Langonaggia ci sono 20 persone isolate a causa di una frana, i volontari del posto sono al lavoro.

ORE 8.30 - In autostrada A7 uscita obbligatoria a Genova Bolzaneto per allagamenti in galleria all'altezza di Bolzaneto, con possibilità di rientrare sempre a Bolzaneto per poi proseguire di nuovo sulla A7 in direzione Milano. Disagi sulla autostrada con grandi rallentamenti in uscita al casello. 

ORE 8.00 -  Sono ferme le linee 53 e 74. La linea 62 è limitata al cimitero e non raggiunge Testa di Cavallo; la linea 158 è limitata in via Arrivabene. Si ricorda che in allerta rossa: la metropolitana fa servizio sulla tratta Brin-Deferrari, è chiusa la stazione metro di Brignole; sono chiusi gli ascensori di Quezzi e del sottopasso di via Puccini; è chiusa la ferrovia Genova Casella; sono fermi Navebus e il servizio Mobilitybus.

ORE 7.50 - Criticità per alcune zone rimaste senza luce: al Molo manca luce dalle 2 e 30 , Piazza Cavour compresa, via Fegino, in via Molteni, a Certosa in zona Mercato, in viale Franchini a Nervi. 

ORE 7.45 - Strada provinciale 52 (per Livellato / Santuario della Guardia) chiusa in entrambi i sensi di marcia all’altezza della frana in prossimità Navalimpianti.

ORE 7.40 - "Voli regolari, tre dei quattro di questa mattina sono già partiti, non ci sono segnalazioni di sorta per cui invitiamo a informarsi le persone che si devono mettere in viaggio sulle condizioni della viabilità in citta e partire con largo anticipo, portare pazienza per eventuali ritardi", questo l'invito di Piero Righi, direttore dell'Aeroporto Cristoforo Colombo di Genova. 

ORE 7.30 -  Il consigliere delegato alla Protezione civile del Comune di Genova Sergio Gambino fa il punto sulla situazione. "Una forte perturbazione si è fermata per quattro ore sulla Bassa Valpolcevera. Allagamenti diffusi lungo le strade. Da circa un'ora non sta più piovendo. Abbiamo aperto una direttrice Nord-Sud per la Valpocevera, si tratta di via Trenta Giugno. Ora daremo priorità alle strade fondamentali per garantire la viabilità della zona. Via Ferri attualmente ha ancora l'acqua troppo alta per intervenire, le famiglie devono stare all'interno delle case e andare ai piani alti, interverremo appena possibile, ma parte di quest'acqua sta defluendo".

ORE 7.20 - Decisamente difficoltosa la viabilità in Valpolcevera. La linea 53 non è percorribile, la linea 158 è limitata a via Arrivabene. "In Valpolcevera non possiamo garantire la regolarità del servizio dei bus, ma stiamo facendo il possibile per fornire il serizio" spiega Ivana Toso di Amt

ORE 7.10 - Al momento i voli in arrivo e partenza dall'aeroporto Cristoforo Colombo di Genova sono regolari. Il primo volo diretto a Roma è partito. Dall'Aeroporto fanno sapere che "gli equipaggi sono in campo nonostante qualche problema per la viabilità extra aeroportuale. Raccomandiamo di consultare il sito dell'Aeroporto e delle compagnie e arrivare allo scalo per tempo".

ORE 6.50 - Viabilità in media-bassa Valpolcevera dove le precipitazioni accumulate hanno ampiamente superato i 100 mm e spiccano i seguenti accumuli: 225 mm a Borzoli, 219 mm a Sampierdarena, 172.6 mm a Murta. Mentre in alta Valpolcevera solo 3 stazioni hanno raggiunto la soglia dei 100 mm: 126.4 mm a Campomorone, 117.3 mm a Prelo, 115.6 mm a Mignanego Vetrerie.

ORE 6.40 -  Federico Grasso, di Arpal: "La pioggia ha interessato nella notte soprattutto la Valpolcevera. Nell’ultima ora le precipitazioni più intense - seppur fra moderate e forti - si sono concentrate sul ponente genovese (massimo 37.2 mm/1h a Sciarborasca e 30.6 mm/1h a Fiorino). Piove a macchia di leopardo su tutto il territorio regionale. Notevole il contrasto dei venti: soffia lo scirocco con raffiche intorno ai 100 km/h a Casoni di Suvero, Fontana Fresca e Corniolo, poco sopra e sotto i 70 km/h a Genova e Arenzano. La tramontana invece è sul ponente fino a Varazze, infiltrandosi anche dal Turchino e dai Giovi.

ORE 5.45 - Strade chiuse per allagamenti: via Milano (sottopasso),via Chiaravagna lato monte Largo Jurse' , via Paolo Reti, via Fillak, corso Perrone, via Renata Bianchi, via Perlasca, via Trenta Giugno 1960, piazza Montano, via Borzoli, via S. Quirico, chiuse per allagamenti causate da forte pioggia. Si consiglia ai cittadini delle zone citate di restare in casa fino al completo deflusso delle acque.

ORE 5.30 - A10, coda in ingresso sull'autostrada dalla Guido Rossa. Non ci sono infatti segnali che l'autostrada nel tratto tra Aeroporto e Pegli è chiusa. Molti tir sono in coda e faticano a fare manovra e tornare indietro

ORE 4.55 - Sergio Gambino, consigliere delegato alla protezione civile del Comune di Genova: "Abbiamo il Fegino e il rio Ruscarolo che continuano a tracimare non appena torna a piovere. Abbiamo isolato le aree per ragioni di sicurezza. Dobbiamo aspettare che rientri l'acqua per poter intervenire. Il consoiglio che diamo a tutti i residenti di quelle zone è di stare in casa e di stare ai piani alti. Negli altri casi l'acqua alta non è causata da esondazioni ma dalla abbondante pioggia di queste ore. Il Chiaravagna, il Bisagno e gli altri torrenti al momento non ci preoccupano. Quella che stiamo registrando è una cumulata di pioggia molto elevata in uno spazio molto limitato" conclude Gambino.

ORE 3.55 - I dati sulla pioggia nell'ultima ora: Genova Fiumara 73mm in un'ora, Genova Bolzaneto 49,6mm in un'ora, Genova Pontedecimo 41,2mm in un'ora. Federico Grasso di Arpal fa il punto: "E' una situazione destinata a perdurare ancora per molte ore. C'è un temporale molto in intenso in atto sulla Valpolcevera bassa, intensità importanti anche a Bolzaneto e Pontedecimo. E' tutta la città a essere interessata da piogge forti. Si segnala l'innalzamento generale e repentino di tutti i piccoli rivi cittadini ma stanno crescendo anche i torrenti Polcevera e Bisagno".

ORE 3.50 - Ecco l'lelenco delle strade chiuse per allagamenti: via Milano (sottopasso),via Chiaravagna lato monte Largo Jurse', via Paolo Reti, via Fillak, corso Perrone, via Renata Bianchi, via Perlasca, via Trenta Giugno 1960, piazza Montano, via Borzoli, via S. Quirico.

ORE 3.45 - Situazione critica in tutto il ponente di Genova. Auto sommerse dall'acqua zona sottopasso di Certosa/Brin. Via Fornace del Garbo e Via Vezzani chiuse a causa dell'innalzamento del livello del torrente Torbella

ORE 3.15 - Dalla centrale dei vigili del fuoco fanno il punto sulla situazione: "Siamo impegnati nella zona della Valpolcevera. Abbiamo effettuato diversi soccorsi a persone ij difficoltà. Più macchine sono rimaste ferme ferme nei sottopassi. Chiediamo ai cittadini che abitano ai piani terra di chiedere ospitalità ai vicini dei piani superiori".

ORE 3.05 - Continua a piovere a Genova, garage allagati, strade invase dall'acqua, sale il livello dei torrenti minori. E' esondato il rio Fegino all'altezza di via Borzoli. Prestare la massima attenzione.

ORE 2.10 - Coda in A10 sulla Genova-Savona-Ventimiglia (Km 3 - direzione: Genova) tra Genova Pegli e Genova Aeroporto per allagamenti.

ORE 1.55 - Il consigliere delegato alla protezione civile del comune di Genova Sergio Gambino: "Abbiamo chiuso la zona attorno al rio Ruscarolo a Sestri Ponente, si tratta di un affluente del Chiaravagna, stessa situazione per il rio Fegino nella bassa Val Polcevera. Hanno superato il livello di allarme, se salgono di livello esondano. Chiuse tutte le strade per mettere in sicurezza l'area". Intanto il forte temporale ha mandato in black out buona parte della città

ORE 1.30 - Suona la sirena del torrente Chiaravagna. Fortissimo temporale in atto su buona parte di Genova. Segnalati primi allagamenti nella zona tra Rivarolo e Sestri Ponente. Colpito soprattutto il ponente della città e la Valpolcevera.

LE PREVISIONI ARPAL PER I PROSSIMI GIORNI 

SABATO 23 NOVEMBRE: tempo fortemente perturbato con piogge diffuse su tutta la regione: intensità fino a forte e cumulate areali elevate su ABD; cumulate puntuali fino a molto elevate. Locali rovesci o temporali con alta probabilità di fenomeni forti anche persistenti su ABDE, su C si prevede un'alta probabilità di fenomeni forti. Venti da Sud-Est tra burrasca e burrasca forte con raffiche anche superiori ai 100 km/h. Locali ingressi settentrionali a Ponente. Mare fino a molto agitato sotto costa, mareggiate intense da Sud-Est sulle coste esposte.

DOMANI, DOMENICA 24 NOVEMBRE: nella prima parte della giornata si attendono ancora piogge diffuse sul Ponente con intensità fino a forte e cumulate fino a elevate su A, significative su BD; le piogge potranno assumere carattere di rovescio o temporale con alta probabilità di fenomeni forti su ABD, bassa su CE. Dal pomeriggio progressiva attenuazione dei fenomeni. In mattinata venti fino a burrasca rafficati da Sud-Est su C, localmente su E; nel pomeriggio venti da Nord fino a rafficati su ABDE. Nelle prime ore ancora mare agitato con mareggiate, successivo calo

DOPODOMANI, LUNEDI’ 25 NOVEMBRE: venti settentrionali tra moderati e forti anche rafficati, in particolare nelle prime ore della notte. Mare localmente molto mosso sul centro della regione in rapido calo.


Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place