CRONACA

Qualche pioggia è stata segnalata anche nell’Imperiese

Maltempo, è allerta gialla in Liguria. Dalle 24 diventa arancione a Levante, Primocanale in diretta dalle 6

sabato 02 novembre 2019



LA SPEZIA - Liguria ancora bersagliata dal maltempo, in particolare il Levante della regione. La protezione civile ha diramato l'allerta meteo gialla su tutta la Liguria dalle 9 alle 24 di sabato 2 novembre. Ma Arpal ha prolungato e modificato l'allerta meteo secondo queste modalità: Zone A, B e D (Pontente e centro della Liguria): allerta gialla fino alle 18 di domani, 3 novembre; Zone C ed E (Levante regionale e relativo entroterra) con allerta gialla per tutti i bacini fino a mezzanotte per passare poi ad allerta arancione per i piccoli e medi bacini fino alle 15 di domenica e gialla fino alle 18. Per i grandi bacini invece gialla fino alle 8 del mattino e poi arancione fino alle 20.

Primocanale racconterà in diretta dalle 6:00 l'evoluzione del maltempo in Liguria coi collegamenti degli inviati nelle zone più a rischio idrogeologico (CLICCA QUI).

Le piogge legate alla fase pre frontale sono attese sul centro e sul Levante dove saranno più consistenti, mentre a Ponente ci sarà spazio per pause asciutte. Dalle prime ore della notte è previsto il passaggio del fronte vero e proprio che porterà altri rovesci e temporali in transito sul territorio regionale, e che insisteranno fino al tardo pomeriggio di domenica sul centro Levante. La persistenza delle piogge sul levante potrà provocare innalzamenti significativi anche sui corsi d'acqua maggiori. A Ponente si registrerà invece un’attenuazione dei fenomeni. Attenzione della protezione civile dedicata al rinforzo dei venti che potranno essere caratterizzati da raffiche di burrasca e soprattutto al mare che potrebbe aumentare fino ad agitato o molto agitato con mareggiate di Libeccio da Ponente a Levante che diverranno lunedì, sul centro Levante, anche molto intense.

L'avviso di allerta arancione è presente in sei regioni. Un'ampia depressione atlantica, centrata sulle isole britanniche, convoglia diversi impulsi sul nostro paese, avviando così una fase di maltempo su tutte le regioni italiane, con precipitazioni più diffuse ed intense al Nord e sui settori tirrenici. Inoltre, la formazione di un minimo al suolo sui mari occidentali italiani sarà causa di un generale rinforzo della ventilazione dai quadranti meridionali. Sulla base dei fenomeni in atto e previsti, è stata valutata allerta arancione sulla Campania, su gran parte del Lazio e su settori di Liguria, Basilicata, Molise e Sardegna. Valutata, inoltre, allerta gialla su Toscana, Umbria, Abruzzo, Molise, Veneto, su settori di Calabria, Lombardia, Sicilia, Emilia Romagna, Marche, Puglia, Toscana, Friuli Venezia Giulia e sui restanti territori di Lazio, Basilicata, Liguria e Sardegna.

Tra la notte dell'1 novembre e la mattinata del 2 novembre, precipitazioni diffuse hanno interessato il territorio regionale, con intensità debole o localmente moderata nello spezzino. La componente temporalesca è rimasta confinata in mare per l’ingresso di correnti settentrionali sul Centro Ponente. Fino alle 12.30 del 2 novembre sono state segnalate cumulate orarie massime di 17.4 a Portovenere (dalla mezzanotte 40.8 millimetri) e 14.8 a La Spezia Fabiano (dalla mezzanotte 41.6 millimetri). Sempre da mezzanotte 37.4 millimetri a La Spezia città, 34.4 a Pitelli).

Qualche pioggia è stata segnalata anche nell’Imperiese. Da registrare dalla mezzanotte la caduta di 11.2 millimetri d'acqua a Cuccarello, comune di Sesta Godano (Sp), con una cumulata oraria massima a Riccò del Golfo (Sp) con 5.6 millimetri. I venti sul centro Ponente sono settentrionali, più a Levante meridionali, fino a moderati con qualche rinforzo (Casoni di Suvero raffica a 64.8 km/h). Il mare alla boa di Capo Mele è poco mosso con temperatura dell’acqua di 20.2 gradi. Nella notte la temperatura minima si è registrata a Monte Settepani (Sv) con 2.9 gradi. Nelle altre province 4.3 a Poggio Fearza (Im), 5.3 a Pratomollo (Ge), 7.4 a Casoni di Suvero (Sp).

A Genova, per tutta la durata dell’allerta, vengono monitorati i principali corsi d’acqua del territorio comunale da parte dei volontari di Protezione civile e della polizia locale. Il cimitero di Voltri Leira, in via Ovada 1, è stato chiuso per temporanei problemi di inagibilità. Inoltre, il Comune di Genova ricorda che: "durante il periodo di allerta meteo idrologica, i cittadini sono tenuti ad adottare, in tutta la città, i comportamenti di autoprotezione". Tutte le ordinanze e le norme di auto-protezione sono disponibili sul sito Comune.genova.it.

NORME DI AUTOPROTEZIONE - All'entrata in vigore dell'allerta bisogna predisporre paratie a protezione dei locali al piano strada; chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare i beni mobili che si trovano in locali allagabili; porre al sicuro i propri veicoli in zone non raggiungibili dall’allagamento; limitare gli spostamenti a esigenze di effettiva necessità; tenersi aggiornati sull’evolversi della situazione e prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità, da radio, tv e tutte le altre fonti di informazione.

DOVE TROVARE LE INFORMAZIONI - Gli aggiornamenti ufficiali sono divulgati attraverso pannelli luminosi stradali disposti lungo la viabilità principale e paline alle fermate Amt; sito del Centro funzionale di Protezione civile della Regione Liguria (Allertaliguria.gov.it); sito del Comune di Genova (Comune.genova.it/servizi/protezionecivile). Per ottenere informazioni più dettagliate e ampie si consiglia anche di scaricare la App gratuita “Io non rischio”.

LE PREVISIONI METEO DI ARPAL

DOMENICA 3 NOVEMBRE - Il passaggio del fronte favorisce dal mattino rovesci e temporali in estensione da Ponente al resto della regione: previste intensità moderate sul centro-levante e sulle valli Scrivia, Trebbia e d'Aveto e cumulate significative sul ponente, elevante sul levante ligure. Alta probabilità di temporali forti o organizzati su tutte le zone. Venti forti da Sud Ovest con raffiche fino a burrasca (60-70 km/h) sul ponente e levante della Liguria e localmente sul centro genovesato incluso dove in serata ruoteranno da Nord Ovest. Moto ondoso in aumento dal mattino fino ad agitato con mareggiata intensa di libeccio, in particolare dal pomeriggio, su tutte le zone.

LUNEDI 4 NOVEMBRE - Nuovo peggioramento tra il pomeriggio e la sera con le prime piogge anche a carattere di rovescio e quantitativi significativi su C. Venti forti da Sud, Sud-Ovest su tutte le zone con possibili raffiche fino a burrasca (60-70 km/h), in particolare sui capi esposti e sui crinali. Mare in aumento fino a molto agitato su B, C con mareggiata intensa di Libeccio (periodo 9-10 sec), agitato su A con mareggiata di Libeccio.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place