CRONACA

Gigantesca rissa a Genova Campi: un morto, fermato un sospettato

domenica 23 novembre 2014

Si č conclusa con un omicidio dove un 30enne ha perso al vita, la maxi rissa avvenuta all’alba all’esterno di una discoteca di Genova Campi. Un altro giovane sudamericano č in gravissime condizioni.


GENOVA - Gigantesca e mortale rissa all'alba all'esterno di una discoteca di Genova Campi, "Las Vegas", frequentata da sudamericani.

Il bilancio finale è drammatico: un ragazzo di 20 anni è morto colpito da una coltellata mortale ed è spirato dopo il ricovero all'Ospedale San Martino, un altro ragazzo è gravissimo all'ospedale di Sampierdarena mentre una ragazza è stata colpita al volto da una bottigliata. La vittima si chiamava Francisco Macias Trivino, residente a Rivarolo. Secondo quanto appreso, la rissa è iniziata dentro la discoteca e i due gruppi, di trenta persone ciascuno, sono stati fatti uscire nella piazza antistante dove si sono affrontate le due pandillas. Tutti i contendenti erano armati con mazze, spranghe e coltelli. Non è escluso che possa trattarsi di un regolamento di conti tra bande.

Ed è stato rintracciato nella zona di Campi il ragazzo ecuadoriano di 20 anni che, secondo quanto raccontato da Diego Armando Veliz Arcalle, il ventiquattrenne rimasto gravemente ferito nella maxi rissa di questa mattina nel ponente di Genova, avrebbe accoltellato e ucciso Pablo Francisco Trivino. Il giovane, con regolare permesso di soggiorno, è stato rintracciato insieme a altri tre connazionali e accompagnato in questura dove si trova sotto interrogatorio da parte degli agenti della sezione omicidi della Squadra mobile.

La sezione omicidi della squadra mobile di Genova che sta indagando sulla rissa sta ascoltando due persone negli uffici in Questura. Si tratta di due ragazzini ecuadoriani che avrebbero assistito all'omicidio e potrebbero essere in grado di fornire particolari utili alle indagini. I due sono sentiti come persone informate dei fatti.

Il ragazzo ecuadoriano ferito durante la rissa in cui è stato accoltellato a morte un suo giovane connazionale prima di essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico è riuscito a dire il nome del presunto killer alla polizia. Data la gravità delle sue ferite però il giovane ecuadoriano non è riuscito a dire niente di più: è stato infatti immediatamente sottoposto a un delicato intervento chirurgico che è ancora in corso.

Nel pomeriggio è stato rintracciato dalla Polizia nella zona di Campi  l'aggressore indicato dal ferito. E' un giovane ecuadoriano di 20 anni ed era in compagnia di tre connazionali. Dopo un lungo interrogatorio in Questura Stefen Roland G. A. ha confessato di aver commesso l'omicidio.

La discoteca, già in passato teatro di risse, arresti e accoltellamenti, era già stata chiusa nelle scorse settimane dal questore di Genova Vincenzo Montemagno che aveva firmato un ordine di chiusura temporanea del locale in base alle leggi di pubblica sicurezza.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place