CRONACA


Galliera, pronto soccorso strapieno. Il primario: "Non venite inutilmente"

di Matteo Cantile

mercoledý 17 ottobre 2018
Galliera, pronto soccorso strapieno. Il primario:

GENOVA - "Non venite in Pronto Soccorso inutilmente": è quasi un grido di dolore quello lanciato da Paolo Cremonesi, il primario dell'emergenza del Galliera. L'ospedale è strapieno e oggi la frontiera del pronto soccorso ha rischiato di saltare: sia al mattino che al pomeriggio si sono formati ingorghi di mezzi di soccorso e barelle, intrappolate nel caos.

"Facciamo molta fatica a gestire l'afflusso dei pazienti - spiega Cremonesi a Primocanale.it - negli ultimi giorni c'è stata un'impennata di accessi e non riusciamo a trovare i posti letto in tempi brevi". Un problema serio per chi, già afflitto dalla malattia, è costretto a restare sdraiato su una barella al pronto soccorso anche per tre giorni, prima di trovare un reparto che possa accoglierlo.

Ma perché tutta questa gente ha bisogno del pronto soccorso? A questa domanda Cremonesi si indurisce: "Molti accessi sono superflui, si tratta di persone che potrebbero essere curate in modo diverso, senza intasare il pronto soccorso che dovrebbe essere dedicato alle vere urgenze".

I pazienti in attesa, infatti, sono in gran parte anziani, in arrivo dalle case di riposo o dal proprio domicilio: "Le case di cura fanno poco filtro - dice Cremonesi - mandano i pazienti in pronto soccorso con troppa leggerezza. A casa, invece, manca spesso una rete familiare che possa dare assistenza".

Ma non ci sono solo gli anziani, anche i pazienti più giovani si vedono attribuire codici bianchi o verdi: "Si tratta di persone che potrebbero tranquillamente rivolgersi al proprio medico di famiglia e non lo fanno".

Con il passare delle ore la situazione è leggermente migliorata, alcuni posti letto si sono liberati sia in area critica che in area chirurgica e, alla fine, dei diciotto di questa mattina, rimarranno sette pazienti in attesa.

Resta, al Galliera come altrove, un serio problema di posti letto, una mancanza cronica che rende difficile trovare una sistemazione ai nuovi pazienti e rende tesa la vita degli operatori sanitari.

A questo dovrà, si spera, porre riparo il nuovo Dipartimento Regionale per le Emergenze, insediato da poco e che deve studiare le migliori strategie per evitare casi come quello di oggi. Visto il via vai di barelle di oggi al Galliera, tanti auguri. 



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place