CRONACA

A bordo non si segnalano casi di coronavirus

Coronavirus, no allo sbarco a Marsiglia: nave Deliziosa fa rotta sulla Liguria

sabato 18 aprile 2020



GENOVA - La Costa Deliziosa concluderà a Genova il giro del mondo anziché Venezia. L'unica nave della compagnia italiana ancora in navigazione da gennaio, senza più scali da un mese nonostante l'assenza di casi sospetti di Covid-19, sbarcherà quindi nel capoluogo ligure gran parte dei passeggeri e dell'equipaggio. In precedenza, intorno al 20 aprile, la nave farà tappa a Barcellona dove sbarcheranno i turisti spagnoli a bordo (circa 160). Complessivamente ha 1814 passeggeri di varie nazionalità di cui 310 italiani e 898 componenti dell'equipaggio. Inizialmente la crociera doveva concludersi il 26 aprile a Venezia, dove è' partita il 5 gennaio. Un passeggero è già sceso a Marsala per problemi di salute ed è risultato negativo al tampone sul coronavirus.

la nave fa rotta su Genova dopo che il prefetto della regione di Marsiglia, nel sud della Francia, aveva rifiutato l'autorizzazione alla nave da crociera di fare uno scalo non previsto per sbarcare almeno i  numerosi francesi a bordo. Costa Deliziosa, che batte bandiera italiana, doveva inizialmente concludere il suo viaggio a Venezia. La compagnia, su richiesta di molti clienti a bordo, aveva chiesto alle autorità francesi di fare scalo a Marsiglia. Le stesse autorità hanno precisato ai media francesi che i passeggeri da sbarcare a Marsiglia non sono 1.400 ma “423 francesi, 4 monegaschi e 3 membri dell'equipaggio francesi", oltre a "580 residenti in Germania, Belgio e Svizzera. La richiesta di sbarcare parte dei passeggeri a Marsiglia aveva come obiettivo di evitare a questi passeggeri "un inutile viaggio in Italia seguito da un ritorno a casa che avrebbe necessitato una nuova richiesta di autorizzazione per passare la frontiera francese", fa sapere la compagnia di navigazione.

La nave è partita da Venezia il 5 gennaio e, dopo un giro del mondo, avrebbe dovuto rientrare sempre a Venezia il 26 aprile. Dal 14 marzo, data in cui si trovava in Australia, in presenza della crisi sanitaria mondiale, le oltre 2.000 persone a bordo (turisti e equipaggio) non hanno più "toccato terra", secondo le rassicurazioni della compagnia. Un solo passeggero, italiano, è stato sbarcato in Sicilia con sintomi di coronavirus, ma i test su di lui si sono rivelati negativi. Dopo il rifiuto del prefetto di Marsiglia, i passeggeri dovranno ora sbarcare a Genova.

“Abbiamo dato una disponibilità di massima al ministro dei Trasporti Paola de Micheli già negli scorsi giorni. Probabilmente la nave arriverà in Liguria nel pomeriggio di martedì 21 aprile e nel frattempo abbiamo chiesto di poter convocare un tavolo già lunedì mattina per iniziare a lavorare alle operazioni di sbarco. Se nella nave non ci saranno casi positivi, allora le operazioni saranno più semplici. Se invece la sanità marittima dovesse individuare dei casi di coronavirus, la nave sarà gestita come abbiamo fatto per tutte le altre navi che sono arrivate alla Spezia, Savona e Genova. Ci sono tanti italiani a bordo membri dell’equipaggio quindi se dovremo intervenire lo facciamo volentieri”, ha dichiarato l’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone. “Non c’è da allarmarsi, abbiamo gestito navi di ogni tipo cercando di fare tutto per la massima sicurezza dei cittadini. C’è un sistema collaudato, siamo già operativi".

L'arrivo della nave Deliziosa al porto di Genova è previsto la sera del 21 aprile, lì si fermerà e dal giorno dopo comincerà lo sbarco in sicurezza delle persone a bordo, esclusi i 168 passeggeri spagnoli che scenderanno il giorno prima a Barcellona. Lo conferma Costa Crociere in una nota, spiegando che "la situazione sanitaria a bordo della nave, dove sono presenti 1814 ospiti e 898 membri d'equipaggio, non presenta alcun problema per la salute pubblica e nessun caso di Covid-19". Gli italiani a bordo sono 310.

"Le autorità francesi hanno negato l'autorizzazione alla nave per poter sbarcare gli ospiti francesi e di altre nazionalità limitrofe alla Francia. Pertanto per tutti gli ospiti, Costa Crociere sta provvedendo a organizzare il trasporto presso i Paesi di residenza, nonostante le complessità attuali dovute alle restrizioni ai viaggi imposte a livello globale dai governi per ridurre la diffusione del contagio". La compagnia, conclude la nota, "ringrazia le autorità spagnole, il ministero dei Trasporti italiano e le Capitanerie di porto e tutte le autorità locali per la costruttiva collaborazione avviata negli scorsi giorni per il rientro di Costa Deliziosa, dei suoi ospiti e membri dell'equipaggio".

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place