CRONACA

Il bilancio nella regione al 2 aprile 2020

Coronavirus in Liguria: oltre 480 vittime, più di 3150 casi e 115 guariti definitivamente

giovedì 02 aprile 2020
Coronavirus in Liguria: oltre 480 vittime, più di 3150 casi e 115 guariti definitivamente

GENOVA - Ammontano a 3177 le persone positive al Covid-19 in Liguria, 74 in più rispetto a ieri e 28 sono i deceduti. Secondo i dati relativi ai flussi tra Alisa e Ministero, dei positivi totali, 1292 sono gli ospedalizzati, di cui 172 in terapia intensiva (ieri erano 179); sono al domicilio 1366 persone (16 più di ieri), clinicamente guariti (ma restano positivi e sono al domicilio) 519 persone (59 più di ieri). I guariti con 2 test consecutivi negativi sono 115 (20 più di ieri), le persone decedute sono 28 che fa salire il bilancio da inizio emergenza a 488. Per quanto riguarda i tamponi effettuati da inizio emergenza in Liguria sono 12.069 (735 più di ieri). 

Le persone ospedalizzate sono 1292 di cui 172 in terapia intensiva così suddivisi: Asl 1 – 195 (21 in terapia intensiva), Asl 2 – 171 (di cui 31 in terapia intensiva), San Martino – 317 (di cui 44 in terapia intensiva), Evangelico – 69 (di cui 7 in terapia intensiva), Ospedale Galliera – 148 (di cui 16 in terapia intensiva)

Gaslini – 3, Villa Scassi – 179 (di cui 24 in terapia intensiva), Asl 3 globale – 186 (di cui 24 in terapia intensiva), Asl 3 Gallino Pontedecimo – 7, Asl 4 – 71 (di cui 11 in terapia intensiva), Asl 5 – 132 (di cui 18 in terapia intensiva). Le persone in sorveglianza attiva sono 3159 così suddivise: ASL 1 – 699, ASL 2 – 648, ASL 3 – 901, ASL 4 – 422, ASL 5 – 489.

POLEMICA SU VIA SESTRI A GENOVA - In queste ultime ore è tornata d'attualità la situazione di via Sestri nella delegazione di Sestri Ponente a Genova. In un post su facebook del governatore della Liguria Giovanni Toti il presidente attacca e chiede maggiore responsabilità da parte dei cittadini e annuncia sanzioni più pesanti per chi viola le norme (LEGGI QUI).

IL DONO DEGLI ALPINI DI GENOVA - Gli Alpini di Genova continuano a donare tute al personale sanitario impegnati nelle cure delle persone affette dal coronavirus negli ospedali della Liguria. In arrivo altre 600 tute (LEGGI QUI).

RSA ALBENGA APRE A PAZIENTI IMPERIESE - L'Asl 1 Imperiese ha individuato la casa di cura San Michele di Albenga, in provincia di Savona, come struttura socio sanitaria da dedicare alla cura dei pazienti risultati positivi al Covid-19, in dimissione dall'ospedale e non inviabili a domicilio. La struttura gestita dalla società "Enne srl", dal prossimo 4 aprile metterà a disposizione dell'Asl 1 un piano dello stabile con 24 posti letto per prestazioni di media intensità di riabilitazione motoria e respiratoria in favore di pazienti affetti da Covid-19.

Saranno garantite l'assistenza medica e infermieristica, la fornitura dei farmaci e dei presidi sanitari oltre ai necessari trasporti da e per l'ospedale di Sanremo. "E' una soluzione che abbiamo adottato per rispondere alle necessità assistenziali dei pazienti in post dimissione e per una migliore gestione dell'offerta ospedaliera in favore dei pazienti che necessitano di un ricovero da contagio Covid-19 - è scritto in una nota dell'azienda sanitaria imperiese -. Asl 1 prosegue nella ricerca di una soluzione a livello provinciale che ad oggi non si è potuta ancora concretizzare".



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place