SPORT

Facile successo per i ragazzi di Andreazzoli

Coppa Italia, Genoa-Imolese 4-1: Ŕ poker rossobl¨ e Schone Ŕ giÓ idolo

venerdý 16 agosto 2019



GENOVA - Chissà se lo immaginava proprio così il suo esordio ufficiale in maglia rossoblù Lasse Schone. Una prestazione sublime che ha incantato gli oltre 5mila tifosi del Genoa accorsi al Comunale di Chiavari. Una punizione magistrale terminata all'angolino, una standing ovation al momento di lasciare il terreno di gioco e tanta, tanta classe mostrata per oltre 75 minuti di gioco. 

Il Genoa cala il poker all'esordio stagionale. Nel terzo turno di Coppa Italia i rossoblù di Andreazzoli hanno infatti battuto 4-1 l'Imolese in un match mai in discussione. In gol per il Grifone Criscito su rigore, Saponara, Ghiglione e Schone con quest'ultimo già idolo indiscusso della Gradinata Nord. Non tutto è oro che lucica. Il gol subito arriva con la difesa ferma a guardare, segno che Andreazzoli ha ancora molto da lavorare, ma alla fine per essere la prima va bene così. Ora nel quarto turno della competizione il  Genoa affronterà la vincente tra Ascoli e Trapani. 

Primo tempo: Il Genoa parte subito forte e dopo appena un giro di lancette Pinamonti è fermato in area da un tocco di mano, Pairetto non ha dubbi: è rigore. Dagli undici metri capitan Criscito è freddo, palla da una parte portiere dall'altro. Gara subito in discesa per i rossoblù. I ragazzi di Andreazzoli continuano a premere e al 24' arriva il raddoppio: Ghiglione, uno dei più pimpanti, crossa in mezzo, il portiere ospite sbaglia l'uscita e Saponara timbra il cartellino. Al 29' va in rete anche Ghiglione che batte il portiere Rossi a conlcusione di una bella azione orchestrata da Lerager prima e Kouamè poi. Problema muscolare alla coscia per Saponara fatto uscire per precauzione da Andreazzoli, al suo posto Radovanovic. Nel prosieguo del tempo si vede Pinamonti che in due occasioni non è riuscito a trovare la via della rete. Al 43' minuto sale forte da tutto lo stadio il grido 'Genova' in memoria delle 43 vittime della tragedia di ponte Morandi del 14 agosto 2018.

Secondo tempo: In avvio di ripresa il Genoa si fa sorprendere e al 53' gli ospiti accorciano le distanze: Punizione, difesa rossoblù a guardare e di testa il neo entrato Alini trafigge Radu. I rossoblù ci provano dalla distanza, prima Schone e poi Pinamonti non sono fortunati con il giovane attaccante che colpisce in pieno la traversa. Andreazzoli vede Kouamè stanco e spaesato e lo sostituisce con Favilli. Un minuto dopo il Genoa cala il poker e lo fa con l'uomo più atteso. Schone calcia una punizione magistrale dalla distanza che si infila all'angolino, i tanti supporters rossoblù accorsi al Comunale di Chiavari si spellano le mani. Andreazzoli concede la standing ovation al danese, già idolo della Grdinata Nord che lascia il campo a Romulo nel tripudio generale. Il resto è una lunga attesa che accompagna i ventidue in campo verso il triplice fischio finale di Pairetto.

- IL TABELLINO:

GOL: 2' Criscito (G) (rig), 25' Saponara (G), 29' Ghiglione (G), 53' Alimi (I), 74 Schone (G).

Genoa: Radu, Biraschi, Zapata, Romero, Criscito (C), Ghiglione, Saponara (30' Radovanovic), Schone (76' Romulo), Lerager, Kouamé (73' Schone), Pinamonti. All. Andreazzoli.

Imolese: Rossi, Garattoni, Valeau, Marcucci, Carini, Boccardi, Latte, Tentoni (67' Padovan), Vuthaj, Maniero (50' Alimi), Provenzano (83' Della Giovanna). All. Coppitelli.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place