SPORT


Andreazzoli non convince, ma questo Genoa è stato sopravvalutato

giovedì 26 settembre 2019
Andreazzoli non convince, ma questo Genoa è stato sopravvalutato

GENOVA - Tutti hanno sopravvalutato il Genoa. Dopo due partite coraggiose e intense è stato forse un errore comprensibile una fregola generale. Ma ora dopo le ultime tre partite la realtà appare diversa. Perdere con l’Atalanta, terza in classifica, ci sta, pure il Cagliari sta facendo bene e il Bologna pure, ma un punto in tre match di cui due in casa sono pochini.

Quanto il gioco espresso al netto del turnover esagerato in Sardegna e della ripresa con gli emiliani a Marassi. Una traversa di Schone, un tiro di Ghiglione e uno di Barreca, Pinamonti non pervenuto, come Favilli qualche giorni prima. C’è qualcosa che non va e anche il legno del mobile appare non di primo livello come ad agosto. Zapata è avventato, Lerager a corrente alternata, Ghiglione gira a volte un po’ a vuoto pur avendo delle fiammate interessanti, Saponara non è presentabile, e in avanti stranamente è tornata l’impressione di fatica dell’anno scorso.

Alle porte ci sono Lazio fuori casa e Milan. Andreazzoli probabilmente si gioca la riconferma, ma un suo esonero significherebbe un flop che coinvolgerebbe dirigenza e ambiente generale. Di positivo che il Genoa non ha preso gol per la prima volta in stagione e di qui si deve ripartire, ma i bonus iniziali sono stati gia’ tutti esauriti.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place