Cultura e spettacolo

Ammontano a oltre 47 milioni le risorse assegnate alla Liguria dal ministero della Cultura nel decreto pubblicato oggi a firma del ministro Dario Franceschini nell'ambito del Pnrr Cultura. Di questi, 31 milioni sono relativi al Piano Nazionale Borghi: 20 milioni vengono assegnati al progetto pilota di Andora che ha superato le verifiche della Commissione nazionale. Altri 11 milioni saranno assegnati a sei progetti nell'ambito della linea B, riferita al bando nazionale per la progettualità dei Borghi di Comuni sotto i 5mila abitanti e riguardano i seguenti Comuni: Carro, Pignone (nella foto) in aggregazione con Vernazza nello spezzino, Triora, Cervo in aggregazione con Villa Faraldi e Piano Aretino nell'imperiese, Laigueglia nel savonese, Campo Ligure nella Città Metropolitana di Genova.

"Ci impegneremo affinché le progettualità emerse e non finanziate, in quanto superavano la capacità finanziaria complessiva offerta dal Pnrr, possano trovare nella programmazione nazionale e regionale un'adeguata risposta su una strada tracciata da cui non si torna indietro", affermano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l'assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo.

A livello nazionale, alla linea A dei Progetti Pilota (un borgo per regione) sono stati attributi 420 milioni, alla linea B 380 milioni per i progetti dei Comuni e 200 milioni per le imprese. Altri 11,8 milioni sono destinati a progetti di recupero e valorizzazione di ville e giardini storici liguri. Finanziati inoltre interventi di efficientamento energetico per complessivi 3,9 milioni che interessano: il Teatro Nazionale di Genova, il Teatro di Sant'Agostino a Genova, il Teatro Chiabrera di Savona, il Teatro del Palazzo del Parco di Bordighera, l'associazione culturale Scarti di Sarzana, il Teatro Carlo Felice e l'Auditorium Montale a Genova, il Teatro della Gioventù a Genova, il Teatro di Sori, il Teatro Civico della Spezia.