Cronaca

È allarme furti sui binari della Liguria. La Polizia Ferroviaria della nostra regione ha arrestato 3 persone e ne ha denunciate undici per furti seriali sui treni e nelle stazioni ai danni dei viaggiatori.

I tre arrestati agivano in società: si tratta di un cittadino palestinese di 29 anni, un cittadino francese, di nazionalità marocchina, di 19 anni ed un cittadino marocchino di 20 anni. I primi due erano pregiudicati e senza fissa dimora, per loro è stata disposta la misura cautelare. Il terzo invece è stato condotto in carcere con un fermo di Polizia Giudiziaria. Il piano del trio era semplice: mentre uno distraeva il malcapitato, un secondo si impossessava della refurtiva, semplici oggetti o bagagli, che consegnava al terzo, che si allontanava dalla scena del crimine in direzione diversa dagli altri due. Molti furti sono stati compiuti a bordo dei treni, alcuni anche nei parcheggi e nelle zone di attesa. Per distrarre le vittime, i tre hanno spesso finto dei malori.

Gli undici denunciati sono invece tutti di nazionalità nordafricana: anche loro agivano in maniera simile ai tre arrestati, sempre in gruppetti di due o tre. Gli oggetti rubati erano perlopiù telefoni e tablet ma c'è stato un caso molto particolare: nella valigia sottratta ad un perito balistico erano infatti contenute due pistole semiautomatiche. Le pistole sono state recuperate poco dopo il furto nei pressi della stazione di Chiavari, dove erano state nascoste dai ladri.