Cronaca

LA SPEZIA - "Zaniolo traditore", "Zaniolo piccolo uomo", "Ti picchiamo quando vogliamo". Sono solo alcuni alcuni degli insulti apparsi nei bagni del liceo Mazzini della Spezia, rivolti verso il calciatore della Roma Nicolò Zaniolo. A denunciare il fatto la sorella del giocatore, Benedetta Zaniolo, che frequenta proprio la scuola spezzina ed ha voluto segnalare le scritte attraverso il proprio profilo Instagram.

"Mi sa che i piccoli uomini siete voi, curatevi dall'odio e dall'invidia" è stato il commento della ragazza. Non è il primo messaggio di questo genere rivolto alla stella della Roma, che da piccolo ha giocato nelle giovanili dello Spezia per poi trasferirsi in quelle del Genoa e poi dell'Inter.

Il calciatore era finito nel mirino dei tifosi spezzini poiché si era procurato il contestatissimo rigore che ha consegnato la vittoria alla Roma sul campo degli Aquilotti. Già nella giornata di ieri Zaniolo aveva poi pubblicato una foto in cui mostrava i segni dei tacchetti in faccia, un gesto che aveva fatto già esplodere la rabbia dei tifosi aquilotti e conseguentemente le minacce anche alla famiglia del calciatore.