Cronaca

GENOVA - Da ieri sono attive le nuove restrizioni stabilite col decreto del 5 gennaio, per cui si può andare da parrucchieri, barbieri ed estetisti solo se provvisti di green pass. Basterà quindi presentare il risultato negativo di un tampone o aver fatto una sola dose di vaccino per usufruire di questi servizi. Resta obbligatorio invece il certificato verde rinforzato per accedere ad alberghi ed impianti sportivi, essere serviti in bar e ristoranti o per utilizzare i mezzi di trasporto di linea, pubblici o privati, su cui rimane obbligatoria la mascherina ffp2.

La Polizia Locale nella giornata di ieri ha effettuato a Genova 1579 controlli sui green pass, riscontrando sei irregolarità, tutte al di fuori del Centro Storico. Sono ben 31 invece le sanzioni emesse per il non corretto utilizzo dei dispositivi respiratori, 20 nel Centro Storico e 14 nel resto della città.

Sono invece tre le sanzioni emesse a danni di attività economiche, sempre per il non corretto utilizzo delle mascherine, sulle 35 controllate. Non sono però state disposte chiusure. Dai 51controlli eseguiti sui mercati rionali, di cui 21 in Valpolcevera e 30 nel Ponente, non sono invece emerse irregolarità.

ARTICOLI CORRELATI

Giovedì 20 Gennaio 2022

Controlli mascherine e green pass, 9 multe a Genova

GENOVA - Proseguono i controlli degli agenti della polizia locale su mascherine e green pass nel capoluogo ligure. Le ultime restrizioni entrate in vigore da oggi sono quelle che riguardano l'obbligo di green pass base per parrucchieri, barbieri ed estetisti. Basterà quindi un tampone, diversamente