Sport

Il centrocampista svedese rientra dalla squalifica. La sede della società trasloca a Bogliasco
1 minuto e 2 secondi di lettura

Metabolizzata la sconfitta di Firenze, la Sampdoria sta cercando di incanalare tutte le energie, soprattutto quelle nervose, nei prossimi due appuntamenti al “Ferraris”: domenica alle 18 contro la Lazio e il venerdì successivo alle 20,45 contro il Genoa nel derby. Dopo, per concludere il girone d'andata, resteranno soltanto la sfida casalinga con il Venezia e la trasferta all'Olimpico con la Roma.

L'obiettivo minimo della squadra di D'Aversa è raccogliere almeno cinque punti, per aggirare la boa a quota 20. Nella prima partita mancherà Omar Colley, squalificato, ma tornerà disponibile Albin Ekdal, fondamentale per gli equilibri di questa Samp. Restano indisponibili il lungodegente Torregrossa e Mikkel Damsgaard, che tornerà a disposizione solo nel 2022. Due impegni, con Lazio e Genoa, dove non dovranno mancare le motivazioni e quella cattiveria agonistica completamente assenti a Firenze.

Probabile turn over tra i i tre attaccanti, Quagliarella, Caputo e Gabbiadini. Sinora in tre hanno segnato appena cinque reti: poche, troppo poche. A tamponare la situazione offensiva ha provveduto sin qui il sempreverde Antonio Candreva, protagonista di una prima parte di stagione straordinaria. Intanto, dopo avere presentato Samp City nel cuore di Genova, la Sampdoria si prepara a traslocare: nei primi mesi del prossimo anno, infatti, è previsto il trasferimento della sede da Corte Lambruschini a Bogliasco, in via Cavour.

 

 

Albin Ekdal torna nella Sampdoria dopo la squalifica