Sport

58 secondi di lettura

GENOVA - Mancava solo l'ufficialità ed è arrivata oggi. Pietro Accardi è il nuovo responsabile dell'area tecnica della Sampdoria: per lui contratto di tre anni con opzione per il quarto. Il dirigente siciliano nonché ex difensore blucerchiato è già al lavoro da giorni a Bogliasco e in generale sulla Samp che verrà, dopo la separazione dall'Empoli. "L’U.C. Sampdoria comunica di aver affidato a Pietro Accardi l’incarico di responsabile dell’Area Tecnica. Il dirigente, già calciatore doriano dal 2006 al 2012, si è legato al club blucerchiato fino al 30 giugno 2027" il comunicato pubblicato nel pomeriggio dal sito ufficiale della Sampdoria.

Accardi sarà seguito a Genova anche da Giuseppe Colucci come collaboratore tecnico. La carica di responsabile dell'area tecnica ad Accardi - che avrà pieni poteri sul mercato con l'obiettivo di disputare un campionato di vertice in Serie B - lascia libera quella di direttore sportivo per Andrea Mancini, il cui contratto è in scadenza a fine mese ma che dovrebbe essere rinnovato. Prime grande questioni sul mercato per Accardi quelle legate al futuro di Leoni (sul difensore classe 2006 c'è ora forte l'interesse dell'Inter oltre a Napoli e Torino) e Audero, rientrato dall'Inter per fine prestito e sul taccuino soprattutto del Como.

ARTICOLI CORRELATI

Sabato 15 Giugno 2024

Sampdoria, Accardi incontra Pirlo: la panchina non cambierà

GENOVA - La Sampdoria avanti con Andrea Pirlo allenatore nel nuovo progetto di rinascita affidato a Pietro Accardi, nuovo responsabile dell'area tecnica in pectore dei blucerchiati. In verità sulla permanenza del tecnico bresciano sulla panchina doriana non c'erano stati troppi dubbi nel corso delle