Sport

ITALIA - Dovranno essere almeno 13 (di cui un portiere) i giocatori a disposizione di ogni squadra di Serie A risultati negativi per disputare le gare del calendario. Si cerca di mettere un po' di ordine dopo il caos generato dai nuovi casi Covid esplosi nel campionato di Serie A. La Lega calcio ha pubblicato infatti il nuovo protocollo da seguire in merito alla possibilità o meno di disputare le gare di Serie A. Nel comunicato ufficiale viene specificato che "il Consiglio di Lega del 6 gennaio 2022 ha disposto, in via transitoria, eccezionale e limitatamente alla stagione sportiva 2022/2023 le seguenti regole per le ipotesi di positività al Coronavirus: 

  1. qualora uno o più giocatori dello stesso club risultassero positivi al Covid, la gara verrà disputata, purché il club abbia almeno 13 giocatori (di cui almeno un portiere) tra quelli iscritti nelle rose della Prima Squadra e della Primavera nati entro il 31 dicembre 2003, risultati negativi al test entro il termine del punto 4;
  2. qualora il club non disponga del numero minimo di calciatori di cui al punto 1, la Lega delibererà di conseguenza;
  3. qualora il club sia in grado di disporre del suddetto numero minimo di calciatori e comunque non presenti la squadra in campo, subirà le sanzioni previste nell'articolo 53 delle NOIF, ovvero la sconfitta per 0-3 a tavolino
  4. ciascun club, ai fini dell'applicazione delle norme di cui ai punti 1,2 e 3, dovrà inviare a mezzo pec la documentazione comprovante le riscontrate positività entro la mezzanotte del giorno precedente alla gara