Sport

GENOVA - Il Genoa da oggi comincia l’operazione Spal. A Ferrara attendono il match contro i rossoblu esattamente come hanno fatto col Cagliari, altra favorita, che al Mazza ha perso.  Martinez e compagni sono avvertiti. Fare il colpo con la Spal di Venturato, tecnico che col Cittadella ha fatto ottimi risultati, sarebbe importante per poi affrontare in tour de force non indifferente con scontri diretti importanti con Cagliari, Brescia e Reggina senza dimenticare pure la trasferta di Terni.

Dalla sosta appena passata all’altra sosta di metà novembre c’è probabilmente la fotografia di questa prima parte della stagione. Blessin ora deve accelerare per tacitare i mugugni e per mandare un messaggio a tutte le concorrenti. Ora il mister tedesco ha praticamente una rosa completa a sua disposizione a parte Sturaro e Ekuban. Con il ritorno anticipato di Gudmundsson a cui è stata tolta l’ultima giornata di squalifica i rossoblu ritrovano un giocatore fondamentale perché l’islandese porta fantasia e velocità. Il modulo? Blessin ha l’imbarazzo della scelta avendo Aramu ormai pronto così come Puscas, Yalcin e altri.

Una montagna offe si a che fin qui ha prodotto il topolino fatto da 7 giocatori diversi in gol e con il bomber Coda no ancora andato in rete su azione. Se si trova la formula giusta per sfruttare come si deve un attaccante che di gol in B ne ha fatti tanti, allora tutti dovranno fare i conti con questo Grifone che può solo crescere.