Sport

VENEZIA - Esordio in campionato per il Genoa di Blessin che in trasferta affronta un'altra delle retrocesse dalla massima serie, il Venezia allenato da Javorcic. Subito dunque un avversario di spessore per i rossoblù. Il tecnico tedesco punta sulla forza e il carisma del due volte capocannoniere Massimo Coda che guiderà l'attacco. Martinez difenderà i pali e Gudmundsson, in forma e fiducia dopo la doppietta in coppa Italia contro il Benevento, ad agire sull'esterno. Tra i convocati di Blessin ci sono anche Ilsanker e Sturaro.

LA CRONACA:

Primo quarto d'ora dove regna l'equilibrio, prima occasione per il Genoa al 15' con Ekuban, trovato dalla palla di Portanova: l'attaccante tocca con la punta ma non centra la porta. Altra super occasione per Ekuban trovato dalla sponda di Coda, il ghanese prova il destro e Joronen si oppone, palla che poi sfiora il palo e va in corner: nell'azione successiva ci prova Badelj ma senza fortuna.

Al 20' si fa pericoloso il Venezia con un piazzato: batte Busio da sinistra con la deviazione di Ceccaroni, attento Martinez che respinge. Al 37' la sblocca il Genoa con Portanova: rilancio di Badelj dopo il piazzato del Venezia diventa un contropiede rossoblù, Portanova in campo aperto salta Joronen e col destro mette dentro. Il primo tempo si chiude con il Grifone in vantaggio.

Nella ripresa primo cambio per Javorcic che inserisce Johnsen per Zabala. Al 55' Pierini si libera a centro area e prova il sinistro, conclusione centrale che termina fra le braccia di Martinez. Ottima occasione per il Venezia subito dopo su corner, spizzata di Haps e Johnsen da due passi impatta il pallone, senza trovare la rete. 

Al 60' su corner pericoloso il Genoa, cross di Pajac basso e rovesciata di Ekuban, bel gesto ma troppa poca la potenza al colpo. Ancora Ekuban sulla via del gol, liberato a sinistra da Gudmundsson da posizione defilata cerca il rasoterra, palla vicinissima al palo di Joronen. 

Gol divorato dal Grifone al 62': pallone che con un rimpallo finisce a Portanova a tu per tu con Joronen, il portiere arancio-verde compie un miracolo sbarrando la strada al numero 90. Pareggio del Venezia poco dopo, punizione dal limite di Pierini che trova la smanacciata di Martinez, sul pallone si catapulta Johnsen che spara in rete per l'1 a 1.

Il Genoa prende gol ma reagisce andando vicino al nuovo vantaggio, palla sui piedi di Gudmundsson che sterza, calcia col destro trovando ancora un ottimo Joronen. Nel Genoa entrano Yeboah e Yalcin per Ekuban e Portanova. Insiste il Genoa che porta molti uomini nell'area avversaria, manca tuttavia la conclusione verso la porta: ci prova Badelj ma il pallone si spegne sul fondo. Colpo di testa pericolo di Bani su corner, vantaggio sfiorato al 81'.

Al 87' il Genoa ritrova un meritato vantaggio con il neo entrato Yeboah: azione che comincia proprio con il numero 21, palla per Gudmundsson che con caparbietà va sulla sinistra e crossa, stacco imperioso di Yeboah che insacca per il suo primo gol in rossoblù.

 

LE FORMAZIONI:

VENEZIA (4-3-3): Joronen; Zampano, Wisniewski, Ceccaroni, Zabala (dal 46' Johnsen); Fiordilino, Busio (dal 69' Crngoj), Tessman (dal 70' Andersen); Haps, Novakovich, Pierini. All. Javorcic

GENOA (4-2-2-2): Martinez; Hefti, Bani, Dragusin, Pajac; Badelj, Frendrup (dall'81' Ilsanker); Portanova (dal 73' Yalcin), Gudmundsson; Coda (dal 81' Jagiello), Ekuban (dal 73' Yeboah). All. Blessin

Arbitra: Massimiliano Irrati  di Pistoia. Assistenti Affatato e Cipriani. Quarto uomo Kumara. Al Var Piccinini, postazione Avar Peretti.

AMMONITI: Gudmundsson (G), Zampano, Busio, Ceccaroni (V)

TAGS