Sport

Nel terzo test in quota a Temù, dopo il 9-1 al Castiglione e l'1-1 con il Parma, la Sampdoria batte 7-0 il Bienno, squadra di Seconda Categoria del Bresciano.

Davanti a un buon pubblico di tifosi, saliti in Alta Val Camonica per il fine settimana, Marco Giampaolo schiera una squadra offensiva, con La Gumina De Luca e Bonazzoli insieme in campo.

La partita si gioca sulla distanza inusuale di due tempi da 30' ciascuno, dal momento che ieri c'è stata la partita con il Parma.

Non gioca Thorsby, al centro di un caso: per restare vuole un aumento che il Doria non può dargli. La Salernitana offre più dell'Union Berlino, che sarebbe la destinazione gradita. Ma il ragazzo è sensato e una soluzione si troverà.

Inaugura le marcature La Gumina al 4', con una bella iniziativa personale chiusa con un destro vincente. Ritmi blandi e al 25' Leris cerca il "sette" trovando una grande parata di Prandini. Al 27' raddoppia De Luca con un colpo di testa su cross di Bonazzoli.

Al rientro, nessun cambio nel Doria, rivoluzionato il Bienno. Giobini abbatte Augello, Rodigari concede rigore e Bonazzoli trasforma. Quindi tocca a De Luca, ispirato da Augello, superare Pelosato e fare poker. Ancora Augello serve La Gumina che di testa fa il bis personale. Ma De Luca, da centro area, segna il suo tris. Nel recupero di tempo segna Stoppa, piegando le mani a Pelosato.

SAMPDORIA-BIENNO 7-0
RETI: pt 4' La Gumina, 27' De Luca; st 6' Bonazzoli (rigore); st 13' e 24' De Luca, 15' La Gumina, 34' Stoppa.
SAMPDORIA:
 Ravaglia (21′ st. Tantalocchi); Bereszynski (21′ st. Somma), Murillo, Colley (21′ st. Farabegoli), Augello; Trimboli, Rincon, Leris (21′ st. Malagrida), Bonazzoli, La Gumina (21′ st. Stoppa); De Luca. A disposizione: Audero, Murru. Allenatore: Giampaolo.
BIENNO
: Prandini, Arici, Scolari, Calzoni, Bressanelli, Guarnieri, Conticelli, Boldini, Stefani, Felappi, Gazzoli (nel secondo tempo entrano Pelosato, Moscardi, Kokic, Lascioli, Giobini, Manzoni, Guarnieri, De Giosa, Ravasio, Ferrari, Bertini). All.Trovadini.
ARBITRO: Rodigari di Bergamo, assistenti Pirola di Abbiategrasso e Macchi di Gallarate.