Porto e trasporti

LIGURIA - Un decreto legge che aiuterà il settore dei trasporti, sia su nave sia su gomma: questa è l'opinione del presidente della Commissione Trasporti e deputata di Italia Viva Raffaella Paita sul Milleproroghe. Con questo decreto si risolveranno alcuni nodi fondamentali per i lavoratori.

"Grazie alla riformulazione del governo - ha dichiarato - chi lavora nei porti italiani potrà contare, anche per il 2022, sul supporto dello Stato per superare il grave momento di difficoltà dovuto alla pandemia. Inoltre - prosegue - con l'approvazione dell'emendamento sulle agevolazioni per le patenti di autotrasporto, si offre una prima soluzione al grave problema della carenza di conducenti nel settore logistico su gomma, incentivando il conseguimento dell'apposita patente di guida attraverso un rimborso delle spese sostenute".

Per quanto riguarda i porti, Paita spiega: "Il lavoro di Italia Viva e l'impegno della vice-ministra Bellanova hanno portato alla riformulazione che garantisce due risultati fondamentali per il settore portuale. Da un lato, offrire un sostegno economico ai lavoratori per far fronte alla forte contrazione dei traffici legata al Covid; dall'altro, di favorire un ricambio generazionale in una categoria la cui media anagrafica rischia di essere presto incompatibile con la gravosità del lavoro svolto". 

Nel settore del trasporto su gomma invece le criticità riguardano la mancanza di autisti: "La norma risponde alla necessità di offrire un rimedio alla strutturale carenza di personale che minaccia la funzionalità del settore dell'autotrasporto. Favorisce infatti l'ingresso di nuovi autotrasportatori, rimuovendo gli ostacoli economici che possono rendere difficoltoso il conseguimento della patente". Poi aggiunge: "Le agevolazioni già introdotte con il Dl Trasporti, sempre con un mio emendamento, prevedono l'erogazione di un contributo pari a 1.000 euro o al 50% dei costi a titolo di rimborso, ai percettori di reddito di cittadinanza o di ammortizzatori, fino a 35 anni d'età che, entro tre mesi dall'ottenimento della licenza, avranno stipulato un contratto di autotrasporto per conto terzi. A tal proposito, la modifica approvata al Dl Milleproroghe prevede l'istituzione, presso il Ministero delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili, di un fondo necessario a finanziare un 'voucher patente autotrasporto', che sarà destinato ai cittadini tra i 18 e i 35 anni e coprirà l'80% delle spese sostenute, a partire dal 1 luglio 2022 e fino al 31 dicembre 2026, per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all'esercizio dell'attività di autotrasporto di persone e merci".